Giovedì 9 luglio, presso la sede del Centro orientamento educativo, la presentazione di un volume sul fondatore, di cui ricorre il decennale della morte. Seguirà una messa celebrata da mons. Redaelli, Vicario generale della diocesi. Altre iniziative in corso in questi giorni culmineranno, il 16 luglio, in un convegno con la partecipazione dell'Arcivescovo

Luisa BOVE
Redazione

Il Centro orientamento educativo (Coe) di Barzio, associazione di laici cristiani impegnati in Italia e in altri Paesi del mondo, che nel 2009 compie il 50° di attività, quest’anno ricorda anche il decimo anniversario dalla morte del suo fondatore, monsignor Francesco Pedretti. Per l’occasione l’associazione ha organizzato per il 9 luglio, alle 17, presso la sede del Coe (via Milano 4, Barzio), una serata di presentazione del volume Don Francesco Pedretti. Uno sguardo largo quanto il mondo (Centro Ambrosiano-Itl) di Gigi Scorrano. All’incontro interverrà l’autore e monsignor Franco Brovelli illustrerà la “spiritualità sacerdotale” di Pedretti. «Vogliamo riscoprire la ricchezza e la sorprendente attualità del patrimonio spirituale, culturale e sociale che don Francesco ha trasmesso – dicono gli organizzatori -, per renderne partecipi uomini e donne vicini o appartenenti ad altre culture».
La stessa sera alle 21, nella parrocchia di Barzio, sarà celebrata una Messa presieduta da monsignor Carlo Redaelli, vicario generale della diocesi. Mentre il 7 luglio, alle 21, presso la sede del Coe, sarà inaugurata una mostra d’arte dal titolo “I colori dell’amicizia” e l’11 luglio alle 21, sempre a Barzio (piazza Garibaldi), un concerto musicale, un omaggio dei giovani africani a don Francesco e all’associazione «per il suo impegno nella promozione delle espressioni artistiche di tutte le culture».
Intanto dal 10 al 12 luglio si terrà il convegno internazionale dal titolo “Da una scelta profetica, un futuro possibile”, aperto a soci, amici e collaboratori italiani e di altri Paesi del Sud del mondo nei quali il Coe è impegnato con i suoi progetti. Scopo del convegno è di «individuare le prospettive per un impegno futuro, capace di rispondere alle esigenze di società nuove, nella fedeltà ai valori che hanno dato vita all’esperienza del Coe». Mentre domenica 19 luglio, alle 16, il cardinale Tettamanzi parteciperà al convegno in occasione degli anniversari.

Altre iniziative in programma al Coe Il Centro orientamento educativo (Coe) di Barzio, associazione di laici cristiani impegnati in Italia e in altri Paesi del mondo, che nel 2009 compie il 50° di attività, quest’anno ricorda anche il decimo anniversario dalla morte del suo fondatore, monsignor Francesco Pedretti. Per l’occasione l’associazione ha organizzato per il 9 luglio, alle 17, presso la sede del Coe (via Milano 4, Barzio), una serata di presentazione del volume Don Francesco Pedretti. Uno sguardo largo quanto il mondo (Centro Ambrosiano-Itl) di Gigi Scorrano. All’incontro interverrà l’autore e monsignor Franco Brovelli illustrerà la “spiritualità sacerdotale” di Pedretti. «Vogliamo riscoprire la ricchezza e la sorprendente attualità del patrimonio spirituale, culturale e sociale che don Francesco ha trasmesso – dicono gli organizzatori -, per renderne partecipi uomini e donne vicini o appartenenti ad altre culture».La stessa sera alle 21, nella parrocchia di Barzio, sarà celebrata una Messa presieduta da monsignor Carlo Redaelli, vicario generale della diocesi. Mentre il 7 luglio, alle 21, presso la sede del Coe, sarà inaugurata una mostra d’arte dal titolo “I colori dell’amicizia” e l’11 luglio alle 21, sempre a Barzio (piazza Garibaldi), un concerto musicale, un omaggio dei giovani africani a don Francesco e all’associazione «per il suo impegno nella promozione delle espressioni artistiche di tutte le culture».Intanto dal 10 al 12 luglio si terrà il convegno internazionale dal titolo “Da una scelta profetica, un futuro possibile”, aperto a soci, amici e collaboratori italiani e di altri Paesi del Sud del mondo nei quali il Coe è impegnato con i suoi progetti. Scopo del convegno è di «individuare le prospettive per un impegno futuro, capace di rispondere alle esigenze di società nuove, nella fedeltà ai valori che hanno dato vita all’esperienza del Coe». Mentre domenica 19 luglio, alle 16, il cardinale Tettamanzi parteciperà al convegno in occasione degli anniversari. Altre iniziative in programma al Coe

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi