Redazione

Il tradizionale appuntamento estivo del cardinale Tettamanzi con i missionari e le missionarie originari della diocesi – che in queste settimane sono rientrati in Italia per un breve periodo di riposo, oppure che prestano il loro servizio nel territorio ambrosiano – è in programma mercoledì 15 luglio, alle 16, presso il salone dell’Arcivescovado (piazza Fontana 2, Milano). Durante l’incontro l’Arcivescovo – e con lui idealmente tutta la diocesi – confermerà la propria vicinanza a quanti sono partiti per vivere la propria fede e annunciarla nel mondo.
Attualmente i missionari ambrosiani sono circa 2000 (di cui 800 in Italia) . L’incontro con l’Arcivescovo rafforza il loro profondo legame con la Chiesa di origine, soprattutto con le parrocchie o con i gruppi da cui hanno ricevuto e ricevono sostegno attraverso la preghiera, l’accompagnamento e anche aiuti economici.
Tra i missionari ambrosiani sono da ricordare anche i fidei donum, preti e laici inviati direttamente dalla diocesi a Chiese sorelle con cui è in collaborazione. Al momento si tratta di 39 sacerdoti e 7 laici presenti in Albania, Argentina, Brasile, Burundi, Camerun, Colombia, Haiti, Kazakhstan, Messico, Perù, Turchia e Zambia. Altri preti e laici andranno ad aggiungersi nei prossimi mesi, mentre sono circa 60 i preti, i diaconi e i laici che hanno vissuto la loro esperienza missionaria a nome della diocesi.
Per la diocesi e per le parrocchie la vita dei missionari e i racconti della loro esperienza permettono di riflettere sul proprio cammino di fede e di verificare quanto la vita quotidiana della comunità cristiana sia permeata da uno stile missionario. Il tradizionale appuntamento estivo del cardinale Tettamanzi con i missionari e le missionarie originari della diocesi – che in queste settimane sono rientrati in Italia per un breve periodo di riposo, oppure che prestano il loro servizio nel territorio ambrosiano – è in programma mercoledì 15 luglio, alle 16, presso il salone dell’Arcivescovado (piazza Fontana 2, Milano). Durante l’incontro l’Arcivescovo – e con lui idealmente tutta la diocesi – confermerà la propria vicinanza a quanti sono partiti per vivere la propria fede e annunciarla nel mondo.Attualmente i missionari ambrosiani sono circa 2000 (di cui 800 in Italia) . L’incontro con l’Arcivescovo rafforza il loro profondo legame con la Chiesa di origine, soprattutto con le parrocchie o con i gruppi da cui hanno ricevuto e ricevono sostegno attraverso la preghiera, l’accompagnamento e anche aiuti economici.Tra i missionari ambrosiani sono da ricordare anche i fidei donum, preti e laici inviati direttamente dalla diocesi a Chiese sorelle con cui è in collaborazione. Al momento si tratta di 39 sacerdoti e 7 laici presenti in Albania, Argentina, Brasile, Burundi, Camerun, Colombia, Haiti, Kazakhstan, Messico, Perù, Turchia e Zambia. Altri preti e laici andranno ad aggiungersi nei prossimi mesi, mentre sono circa 60 i preti, i diaconi e i laici che hanno vissuto la loro esperienza missionaria a nome della diocesi.Per la diocesi e per le parrocchie la vita dei missionari e i racconti della loro esperienza permettono di riflettere sul proprio cammino di fede e di verificare quanto la vita quotidiana della comunità cristiana sia permeata da uno stile missionario.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi