Redazione

Un gruppo di genitori a turno dedica un po’ del suo tempo per impegnarsi a spiegare ai piccoli il Vangelo della domenica con un linguaggio semplice. Sono ormai diversi anni che la parrocchia di Santo Stefano a Mariano Comense, guidata dal parroco don Giovanni Montorfano, si impegna a ricercare modalità che portino bambini tra i 3 e i 7 anni ad accostarsi alla Parola. Alla domenica, in particolare, i piccoli sono divisi in due gruppi, quelli di età prescolare e i più grandicelli, e si riuniscono per ascoltare i racconti su Gesù. È un mezzo semplice e anche di vero aiuto per i genitori, che possono così seguire la messa in chiesa mentre i figli sono seguiti in altro luogo.
I piccoli raggiungono poi l’assemblea per pregare il Padre Nostro nel corso della celebrazione eucaristica comunitaria, stretti intorno all’altare, per finire con un breve canto e il segno della croce. Ricevono infine un disegno, oggetto della Parola del giorno, da colorare e attaccare sul loro libretto personale dove sono riportati i brani del Vangelo: un sussidio immediato anche per i genitori che vogliono parlare di Gesù ai figli.
In occasione del Natale e della Pasqua, vengono poi preparate rappresentazioni speciali per tutti, spesso animate direttamente dai catechisti dei piccoli, che cercano gesti concreti per trasmettere il messaggio di Gesù. In tutto questo tempo la discreta affluenza ha manifestato la volontà dei genitori di educare i figli a una vita cristiana. Compito della comunità intera è aiutare questi genitori. Un gruppo di genitori a turno dedica un po’ del suo tempo per impegnarsi a spiegare ai piccoli il Vangelo della domenica con un linguaggio semplice. Sono ormai diversi anni che la parrocchia di Santo Stefano a Mariano Comense, guidata dal parroco don Giovanni Montorfano, si impegna a ricercare modalità che portino bambini tra i 3 e i 7 anni ad accostarsi alla Parola. Alla domenica, in particolare, i piccoli sono divisi in due gruppi, quelli di età prescolare e i più grandicelli, e si riuniscono per ascoltare i racconti su Gesù. È un mezzo semplice e anche di vero aiuto per i genitori, che possono così seguire la messa in chiesa mentre i figli sono seguiti in altro luogo.I piccoli raggiungono poi l’assemblea per pregare il Padre Nostro nel corso della celebrazione eucaristica comunitaria, stretti intorno all’altare, per finire con un breve canto e il segno della croce. Ricevono infine un disegno, oggetto della Parola del giorno, da colorare e attaccare sul loro libretto personale dove sono riportati i brani del Vangelo: un sussidio immediato anche per i genitori che vogliono parlare di Gesù ai figli.In occasione del Natale e della Pasqua, vengono poi preparate rappresentazioni speciali per tutti, spesso animate direttamente dai catechisti dei piccoli, che cercano gesti concreti per trasmettere il messaggio di Gesù. In tutto questo tempo la discreta affluenza ha manifestato la volontà dei genitori di educare i figli a una vita cristiana. Compito della comunità intera è aiutare questi genitori.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi