Sabato 4 aprile, alle 20.45, vigilia della Domenica delle Palme e della Giornata mondiale della gioventù, la Veglia in Traditione Symboli con l'Arcivescovo. Al termine i giovani saranno invitati a fare un'offerta per sostenere il Fondo famiglia-lavoro. La celebrazione in diretta video sul Portale e su Telenova

Carlo ROSSI
Redazione

La veglia in Traditione Symboli ogni anno ripete il gesto della consegna del Credo ai catecumeni che riceveranno i sacramenti dell’iniziazione cristiana nella notte di Pasqua e ai giovani radunati in Duomo con l’Arcivescovo. Questo dono, continuamente rinnovato, diventa necessario per accompagnare e introdurre il cristiano nella celebrazione della Settimana santa. La celebrazione è in programma nel Duomo di Milano, sabato 4 aprile, alle 20.45, sul tema “Ho un popolo numeroso in questa città”.
Quest’anno la Traditio si colloca nel contesto dell’Anno paolino, alla vigilia della XXIV Giornata mondiale della Gioventù che si celebra nelle diocesi e a conclusione del percorso triennale dell’Agorà dei giovani italiani. La pagina biblica di Atti 18, 1-11 accompagna la preghiera di questa veglia. Paolo giunge a Corinto e fonda una nuova comunità cristiana. L’Apostolo si deve misurare con una città “moderna”: giovane, multietnica e multireligiosa. Il popolo numeroso, allora come oggi, non è tanto quello che riempie le sinagoghe o le chiese, quanto piuttosto quello che abita l’intera città. Questo popolo numeroso oggi ha bisogno di giovani che siano profeti appassionati e coraggiosi.
La veglia in Traditione Symboli ripropone un rito antico della tradizione cristiana, quando il Battesimo veniva conferito in età adulta. Dopo un serio cammino di preparazione, al catecumeno veniva consegnato il Credo: da qui il termine latino Traditio Symboli, che significa “consegna del Credo”. I catecumeni, ricevuto il Simbolo, si impegnavano ad impararlo a memoria; questo gesto assumeva un profondo valore educativo, poiché tenere a mente il Credo voleva dire renderlo concretamente presente nella propria vita: le parole più che su un pezzo di carta dovevano essere impresse nel cuore.
Alla Traditio sono invitati tutti i giovani, soprattutto coloro che partecipano abitualmente alla vita delle comunità cristiane, alle associazioni e ai movimenti ecclesiali.
Al termine della veglia, inoltre, i giovani saranno invitati a fare un’offerta per sostenere il Fondo famiglia-lavoro, quale concreto gesto di solidarietà nei confronti delle persone in difficoltà economica.
Info: Pastorale Giovanile – Servizio Giovani (via Sant’Antonio 5 – Milano; tel. 02.58391330, giovani@diocesi.milano.it). 

In diretta sul Portale e in tv – Grande novità per i giovani: quest’anno la Traditio Symboli sarà trasmessa in diretta sul Portale diocesano e su Telenova. Un’opportunità preziosa che renderà «ancor più numeroso il popolo in città». Quel popolo di uomini, donne e giovani cui si rivolge San Paolo nella sua opera di evangelizzazione. Grazie ai media diocesani coloro che per vari motivi non potranno essere fisicamente presenti in Duomo potranno "condivivere" a distanza le immagini, le parole e le musiche della Veglia connettendosi a www.chiesadimilano.it o in televisione su Telenova. –

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi