Sabato 7 febbraio� a Milano�il tradizionale�convegno per la Giornata della Solidarietà.�I�richiami dell'Arcivescovo alla sobrietà�sollecitano le comunità a un impegno concreto -

Carlo ROSSI
Redazione

La Chiesa ambrosiana celebrerà domenica 8 febbraio la 18ª Giornata della Solidarietà, che sarà preceduta, sabato 7 febbraio, dal convegno della vigilia in programma a Milano presso il Salone Pio XII in via S. Antonio 5 (dalle ore 9.15 alle 12.45), sul tema: «Famiglia, lavoro e solidarietà». Si farà riferimento al valore del lavoro che la famiglia sa far maturare, ma anche ai limiti che la famiglia incontra: i tempi del lavoro, del riposo e della festa; la flessibilità; la presenza della donna nel lavoro; i ritmi incalzanti della competizione. Coordinerà i lavori Fabio Pizzul (direttore Radio Marconi). Dopo l’introduzione di don Raffaello Ciccone, direttore dell’Ufficio per la vita sociale e il lavoro, si terrà una tavola rotonda su «Famiglia e lavoro oggi: luci ed ombre», con Francesco Belletti, direttore Centro internazionale studi famiglia (Cisf), Susanna Camusso, sindacalista, Miro Radici, imprenditore. Seguirà una serie di relazioni per riflettere sul tema «Una solidaretà responsabile»: interverranno Renata Livraghi, economista («La responsabilità sociale»), Giorgio Santini, sindacalista («L’associazionismo del mondo del lavoro»), Gianni Bottalico, presidente Acli di Milano («Il Fondo famiglia-lavoro del Cardinale»), Luciano Gualzetti, presidente Fondazione S. Carlo («Le reti della solidarietà»). Le conclusioni del convegno saranno affidate a monsignor Eros Monti, Vicario diocesano per la vita sociale. Per informazioni: segreteria organizzativa, presso il Servizio per la vita sociale e il lavoro (piazza Fontana 2 – Milano; tel. 02.8556341, fax 02.861331; lavoro@diocesi.milano.it). La Chiesa ambrosiana celebrerà domenica 8 febbraio la 18ª Giornata della Solidarietà, che sarà preceduta, sabato 7 febbraio, dal convegno della vigilia in programma a Milano presso il Salone Pio XII in via S. Antonio 5 (dalle ore 9.15 alle 12.45), sul tema: «Famiglia, lavoro e solidarietà». Si farà riferimento al valore del lavoro che la famiglia sa far maturare, ma anche ai limiti che la famiglia incontra: i tempi del lavoro, del riposo e della festa; la flessibilità; la presenza della donna nel lavoro; i ritmi incalzanti della competizione. Coordinerà i lavori Fabio Pizzul (direttore Radio Marconi). Dopo l’introduzione di don Raffaello Ciccone, direttore dell’Ufficio per la vita sociale e il lavoro, si terrà una tavola rotonda su «Famiglia e lavoro oggi: luci ed ombre», con Francesco Belletti, direttore Centro internazionale studi famiglia (Cisf), Susanna Camusso, sindacalista, Miro Radici, imprenditore. Seguirà una serie di relazioni per riflettere sul tema «Una solidaretà responsabile»: interverranno Renata Livraghi, economista («La responsabilità sociale»), Giorgio Santini, sindacalista («L’associazionismo del mondo del lavoro»), Gianni Bottalico, presidente Acli di Milano («Il Fondo famiglia-lavoro del Cardinale»), Luciano Gualzetti, presidente Fondazione S. Carlo («Le reti della solidarietà»). Le conclusioni del convegno saranno affidate a monsignor Eros Monti, Vicario diocesano per la vita sociale. Per informazioni: segreteria organizzativa, presso il Servizio per la vita sociale e il lavoro (piazza Fontana 2 – Milano; tel. 02.8556341, fax 02.861331; lavoro@diocesi.milano.it). Alcune novità di rilievo Quest’anno la celebrazione della Giornata della Solidarietà, prevista per domenica 8 febbraio 2009, presenta alcune novità di rilievo. Anzitutto, «la situazione indotta dalla crisi in atto – si legge in una nota del Vicariato per la vita sociale -, che deve trovarci pronti non a risposte generose ma condotte soltanto sul piano dell’immediatezza e dell’emotività, ma a rinnovare i nostri stili di vita, personali, familiari e comunitari. La via indicata più volte dal nostro Cardinale, quella della sobrietà finalizzata alla solidarietà, non può non interpellarci anche in questo campo direttamente e in modo stabile».In questo senso, acquisisce particolare rilievo il «Fondo famiglia-lavoro» che l’Arcivescovo ha costituito la scorsa Notte di Natale, finalizzato a far fronte alle più gravi situazioni di emergenza di famiglie che, a causa della presente crisi, sono impossibilitate a rispondere ai propri impegni. Esso non si concretizzerà in un contributo soltanto, quanto nell’attivazione di una rete di solidarietà e di attenzione alle famiglie in difficoltà da parte di ogni singola comunità.La diocesi, in quest’anno pastorale dedicato alla famiglia «anima del mondo», ha inserito la Giornata della Solidarietà in unico cammino che comprende anche la festa della famiglia (25 gennaio), le giornate della vita (1 febbraio) e del malato (11 febbraio). In particolare, la Giornata della Solidarietà è caratterizzata dal titolo «Famiglia, costruisci un mondo solidale».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi