Dal 9 all'11 marzo si terranno a Milano tre serate di meditazione tenute da mons. Franco Giulio Brambilla dal titolo "C'è posto anche per te?"

Luisa BOVE
Redazione

Esercizi spirituali “C’è un posto anche per te?” è il titolo degli esercizi spirituali che si terranno a Milano nella chiesa Santi Apostoli e Nazaro (piazza S. Nazaro 5 – corso di Porta Romana) dal 9 all’11 marzo alle 20.45. Dopo il successo di Avvento con la presenza di oltre 500 ragazzi, il Servizio giovani della diocesi e la Pastorale universitaria rilanciano la proposta per la Quaresima 2009. Il cammino di preparazione alla Pasqua, proposto agli universitari e ai giovani della città di Milano, vuole essere una “sfida dell’identità personale”, come recita il sottotitolo dell’iniziativa. Per questo la predicazione affidata a mons. Franco Giulio Brambilla, Vescovo ausiliare e preside della Facoltà teologica dell’Italia settentrionale, sarà quasi un percorso a tappe e occorrerà non perdere serate.
La riflessione di lunedì, a partire da due brani del Vangelo (Mc 10,17-22 e Mt 19,16-22) avrà per titolo “Gesù e lo sguardo negato: Maestro che devo fare?”; la seconda meditazione (Lc 12,22-32) sarà su “Gesù e la pienezza della vita: la ricerca del Regno” e l’ultima (Lc 19,1-10) su “Gesù e l’incontro atteso: devo fermarmi a casa tua”. Esercizi spirituali “C’è un posto anche per te?” è il titolo degli esercizi spirituali che si terranno a Milano nella chiesa Santi Apostoli e Nazaro (piazza S. Nazaro 5 – corso di Porta Romana) dal 9 all’11 marzo alle 20.45. Dopo il successo di Avvento con la presenza di oltre 500 ragazzi, il Servizio giovani della diocesi e la Pastorale universitaria rilanciano la proposta per la Quaresima 2009. Il cammino di preparazione alla Pasqua, proposto agli universitari e ai giovani della città di Milano, vuole essere una “sfida dell’identità personale”, come recita il sottotitolo dell’iniziativa. Per questo la predicazione affidata a mons. Franco Giulio Brambilla, Vescovo ausiliare e preside della Facoltà teologica dell’Italia settentrionale, sarà quasi un percorso a tappe e occorrerà non perdere serate.La riflessione di lunedì, a partire da due brani del Vangelo (Mc 10,17-22 e Mt 19,16-22) avrà per titolo “Gesù e lo sguardo negato: Maestro che devo fare?”; la seconda meditazione (Lc 12,22-32) sarà su “Gesù e la pienezza della vita: la ricerca del Regno” e l’ultima (Lc 19,1-10) su “Gesù e l’incontro atteso: devo fermarmi a casa tua”. Per partecipare I giovani che parteciperanno agli esercizi spirituali riceveranno un libretto che li accompagnerà nella preghiera e meditazione nelle tre sere di marzo. A partire dalla mattina successiva a ogni meditazione sarà anche possibile scaricare su Ipod (www.chiesadimilano.it) la riflessione del predicatore.Dopo una giornata di studio o lavoro, prendersi una “pausa” per vivere un’esperienza spirituale è una scelta coraggiosa, che tanti giovani hanno il coraggio e la voglia di farlo. Per partecipare bene agli esercizi secondo gli organizzatori è necessario avere qualche accorgimento: «silenzio interiore ed esteriore» per facilitare la preghiera, capacità di allontanare le «preoccupazioni quotidiane» e desiderio di «mettere ordine nella propria vita». Una sfida non facile, ma che aiuta i giovani a ritrovare se stessi e a incontrare il Signore, riconoscendo ciò che davvero conta nell’esistenza. Al termine del ciclo di meditazioni i partecipanti riceveranno un piccolo segno che ricorderà loro l’esperienza vissuta e li accompagnerà nel tempo quaresimale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi