A cento anni dalla nascita del suo fondatore, l'istituzione culturale milanese programma tre incontri tra filosofia, teologia e musica. Primo appuntamento in calendario l'1 aprile

Carlo ROSSI
Redazione

“Variazioni a margine di un pensiero”: con tre serate e sei tracce di riflessione l’Ambrosianeum celebra l’anniversario della nascita di Giuseppe Lazzati. Deputato costituente, rettore dell’Università Cattolica di Milano, professore di Letteratura cristiana antica, presidente di Azione Cattolica, direttore del quotidiano L’Italia, fondatore dell’Ambrosianeum e di Città dell’Uomo, Lazzati ha percorso il XX secolo nell’attiva costruzione di una società civile dialogante e riformista, di una laicità ecclesiale consapevole e responsabile, di una cultura umanistica che facesse emergere e tutelasse il valore della persona. In molti lo ricordano quale esemplare maestro di vita anche nelle esperienze piu dure, come quella dei lager tedeschi nel 1943-45.
Il ciclo di incontri inizia l’1 aprile, alle 18, con “Verità e cultura”, nella Sala Falck dell’Ambrosianeum (via delle Ore 3). Relatore di questo incontro, e dei due che seguiranno, sarà padre Marco Salvioli O.P., docente di Storia della filosofia del Novecento e Filosofia della persona presso lo Studio Filosofico Domenicano; interprete musicale sarà la pianista Chiara Bertoglio, che presenterà una serie di brani scelti in base a particolari consonanze con i pensieri proposti di volta in volta nelle tre serate.
L’incontro, introdotto dal presidente di Ambrosianeum Marco Garzonio, inaugura l’intero ciclo di iniziative per il centenario di Lazzati, che avranno un momento di particolare importanza nella messa in Duomo che il cardinale Tettamanzi celebrerà il 13 giugno alle 17.30. “Variazioni a margine di un pensiero”: con tre serate e sei tracce di riflessione l’Ambrosianeum celebra l’anniversario della nascita di Giuseppe Lazzati. Deputato costituente, rettore dell’Università Cattolica di Milano, professore di Letteratura cristiana antica, presidente di Azione Cattolica, direttore del quotidiano L’Italia, fondatore dell’Ambrosianeum e di Città dell’Uomo, Lazzati ha percorso il XX secolo nell’attiva costruzione di una società civile dialogante e riformista, di una laicità ecclesiale consapevole e responsabile, di una cultura umanistica che facesse emergere e tutelasse il valore della persona. In molti lo ricordano quale esemplare maestro di vita anche nelle esperienze piu dure, come quella dei lager tedeschi nel 1943-45.Il ciclo di incontri inizia l’1 aprile, alle 18, con “Verità e cultura”, nella Sala Falck dell’Ambrosianeum (via delle Ore 3). Relatore di questo incontro, e dei due che seguiranno, sarà padre Marco Salvioli O.P., docente di Storia della filosofia del Novecento e Filosofia della persona presso lo Studio Filosofico Domenicano; interprete musicale sarà la pianista Chiara Bertoglio, che presenterà una serie di brani scelti in base a particolari consonanze con i pensieri proposti di volta in volta nelle tre serate.L’incontro, introdotto dal presidente di Ambrosianeum Marco Garzonio, inaugura l’intero ciclo di iniziative per il centenario di Lazzati, che avranno un momento di particolare importanza nella messa in Duomo che il cardinale Tettamanzi celebrerà il 13 giugno alle 17.30. Le tre serate – 1 aprile, h 18 : Verità e Cultura27 maggio, h 18: Fede e Ragione17 giugno, h 18: Amore e CaritàIngresso libero. –

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi