L'annuncio di Benedetto XVI ieri, al termine del VI Incontro svoltosi a Città del Messico: il tema sarà "La Famiglia, il lavoro e la festa". Il cardinale Tettamanzi: «Insieme a tutta la Diocesi ambrosiana ringrazio di cuore il Santo Padre. L'appuntamento ci impegna ad accrescere ancora di più l'attenzione pastorale verso "la cellula fondamentale della società"»


Redazione

19/01/2009

Il VII Incontro Mondiale delle Famiglie si terrà a Milano nel 2012, sul tema “La Famiglia, il lavoro e la festa”. L’annuncio è stato dato ieri da Benedetto XVI, intervenuto in videoconferenza alla celebrazione conclusiva del VI Incontro mondiale svoltosi a Città del Messico.

Alla presenza di un milione di persone – tra le quali anche alcune famiglie ambrosiane – riunite davanti al santuario della Madonna della Guadalupe per la celebrazione della messa presieduta dal cardinale Tarcisio Bertone, parlando in spagnolo il Santo Padre ha voluto «ringraziare sinceramente il cardinale Tettamanzi per la sua amabilità nell’accettare questo importante impegno».

Entusiasta l’Arcivescovo di Milano: «La decisione di Papa Benedetto XVI di svolgere a Milano nel 2012 il settimo “Incontro mondiale delle famiglie” mi riempie di grande gioia. Insieme a tutta la Diocesi ambrosiana ringrazio di cuore il Santo Padre e prego il Signore per lui e con lui affinché i frutti del sesto “Incontro mondiale delle famiglie”, appena concluso a Città del Messico, arricchiscano tutte le Chiese locali, così che sempre più la famiglia possa essere “formatrice ai valori umani e cristiani”».

«L’appuntamento che il Papa ha assegnato a Milano per il 2012 e ancor di più il tema che Egli ha scelto “La Famiglia, il lavoro e la festa” – ha proseguito l’Arcivescovo – impegnano tutta la Chiesa di Milano ad accrescere ancora di più l’attenzione pastorale verso “la cellula fondamentale della società”, in questo anno in cui, nella nostra Diocesi, giunge al suo culmine il triennio dedicato al tema della Famiglia».

Nel suo intervento in videoconferenza, Benedetto XVI aveva affrontato i temi della famiglia, della vita e delle legislazioni familiari, affermando tra laltro: «Secondo il disegno di Dio, ogni persona deve nascere ed essere educata all’interno di una famiglia, fondata sul matrimonio di un uomo e di una donna. Generazione ed educazione costituiscono un unico processo».

Dopo il Papa, a Città del Messico ha preso la parola il cardinale Ennio Antonelli, presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, che ha precisato che l’incontro avrà luogo nella primavera del 2012 e si collocherà nella cornice di una ricorrenza ecclesiale e civile della città di Milano che prevede la celebrazione, nel 2013, di un grande evento di carattere ecumenico e interreligioso per promuovere la libertà religiosa, in occasione dei 1700 anni dalla promulgazione dell’editto dell’imperatore Costantino.

Ricordando poi che Milano ospiterà nel 2015 l’Expo sul tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, il cardinale Antonelli ha quindi salutato i pellegrini che affollavano la spianata del Santuario:«Ci vediamo a Milano…se Dio vuole!».

Gli Incontri Mondiali delle Famiglie sono nati per iniziativa di Giovanni Paolo II. La prima edizione è stata convocata a Roma nel 1994, in occasione dell’Anno Internazionale della Famiglia proclamato dalle Nazioni Unite. Gli incontri successivi si sono svolti a Rio de Janeiro (1997), Roma (2000, anno del Grande Giubileo), Manila (2003) e Valencia (2006).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi