Redazione

A Milano si terranno due corsi: uno base e l’altro avanzato per chi ha già acquisito esperienze in ambito socio-politico e ai partecipanti della scorsa edizione della Scuola. Per il corso base l’appuntamento è il venerdì, dalle 18.30 alle 20.30, mentre per il corso avanzato il sabato dalle 9 alle 19, entrambi in via S. Antonio 5.
Il percorso base prevede tre momenti: innanzitutto incontri di carattere introduttivo e generale: la serata inaugurale del 16 ottobre su “Il percorso dei cattolici in politica in Italia”; il 23 ottobre l’argomento sarà la Costituzione italiana. Serata d’eccezione il 6 novembre, dove sarà protagonista l’enciclica Caritas in veritate con l’intervento del cardinale Tettamanzi.
Secondo momento è l’interiorizzazione, la formazione personale e spirituale. Il 6 dicembre, alla vigilia di S. Ambrogio, partecipazione al Discorso alla città dell’Arcivescovo. Il 19 e 20 dicembre sarà offerta la possibilità di vivere l’esperienza di Esercizi spirituali in preparazione al Natale, presso l’Eremo di San Salvatore. Terzo momento su temi e linguaggi della società e della politica. La Scuola ripartirà il 15 gennaio su “Democrazia e partecipazione”; il 29 gennaio su “Etica ed economia”; il 19 febbraio su “Il lavoro tra produzione della ricchezza e giustizia sociale”; il 5 marzo “Giustizia e società”; il 20 marzo la Lectio su La Pira. Il 21 marzo convegno conclusivo delle scuole diocesane. Il 10 aprile avranno luogo i workshop finali e il 15-18 aprile è prevista la visita di formazione ai luoghi istituzionali di Roma o a Bruxelles.
Nel corso avanzato l’argomento cardine sarà “La città di Milano”, sulla partecipazione dei cittadini e la sua vivibilità declinata nei vari aspetti fra i quali progettare la città; “Interculturalità e immigrazione” il 24 e 25 ottobre a Triuggio; poi ancora lavoro e impresa; governare la città. La struttura prevede un’intera giornata di corso il sabato mattina con quattro momenti chiave: la preparazione all’incontro, la relazione e la testimonianza con il momento di confronto organizzato dai relatori. Dopo la pausa pranzo nel pomeriggio i workshop sull’argomento analizzando un caso concreto, con la produzione finale di un elaborato di gruppo. Dopo il convegno iniziale comune a tutti ci saranno due moduli alternativi di circa 6 incontri per tutti, integrati dagli esercizi spirituali, dagli incontri di spiritualità della Fisp (Formazione impegno sociale e politico), dagli incontri con l’Arcivescovo, dal convegno finale e dallo stage in uno degli enti promotori. A Milano si terranno due corsi: uno base e l’altro avanzato per chi ha già acquisito esperienze in ambito socio-politico e ai partecipanti della scorsa edizione della Scuola. Per il corso base l’appuntamento è il venerdì, dalle 18.30 alle 20.30, mentre per il corso avanzato il sabato dalle 9 alle 19, entrambi in via S. Antonio 5.Il percorso base prevede tre momenti: innanzitutto incontri di carattere introduttivo e generale: la serata inaugurale del 16 ottobre su “Il percorso dei cattolici in politica in Italia”; il 23 ottobre l’argomento sarà la Costituzione italiana. Serata d’eccezione il 6 novembre, dove sarà protagonista l’enciclica Caritas in veritate con l’intervento del cardinale Tettamanzi.Secondo momento è l’interiorizzazione, la formazione personale e spirituale. Il 6 dicembre, alla vigilia di S. Ambrogio, partecipazione al Discorso alla città dell’Arcivescovo. Il 19 e 20 dicembre sarà offerta la possibilità di vivere l’esperienza di Esercizi spirituali in preparazione al Natale, presso l’Eremo di San Salvatore. Terzo momento su temi e linguaggi della società e della politica. La Scuola ripartirà il 15 gennaio su “Democrazia e partecipazione”; il 29 gennaio su “Etica ed economia”; il 19 febbraio su “Il lavoro tra produzione della ricchezza e giustizia sociale”; il 5 marzo “Giustizia e società”; il 20 marzo la Lectio su La Pira. Il 21 marzo convegno conclusivo delle scuole diocesane. Il 10 aprile avranno luogo i workshop finali e il 15-18 aprile è prevista la visita di formazione ai luoghi istituzionali di Roma o a Bruxelles.Nel corso avanzato l’argomento cardine sarà “La città di Milano”, sulla partecipazione dei cittadini e la sua vivibilità declinata nei vari aspetti fra i quali progettare la città; “Interculturalità e immigrazione” il 24 e 25 ottobre a Triuggio; poi ancora lavoro e impresa; governare la città. La struttura prevede un’intera giornata di corso il sabato mattina con quattro momenti chiave: la preparazione all’incontro, la relazione e la testimonianza con il momento di confronto organizzato dai relatori. Dopo la pausa pranzo nel pomeriggio i workshop sull’argomento analizzando un caso concreto, con la produzione finale di un elaborato di gruppo. Dopo il convegno iniziale comune a tutti ci saranno due moduli alternativi di circa 6 incontri per tutti, integrati dagli esercizi spirituali, dagli incontri di spiritualità della Fisp (Formazione impegno sociale e politico), dagli incontri con l’Arcivescovo, dal convegno finale e dallo stage in uno degli enti promotori.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi