Sabato 25 ottobre al Pala Desio l'incontro diocesano con l'Arcivescovo. Attesi 5 mila ragazzi. Con i loro risparmi sosterranno un progetto in Rwanda. Ospite d'eccezione sarà Silvio Colagrande: era il bambino cui il sacerdote ambrosiano prima di morire donò una cornea, oggi ne ha seguito le orme. Altra presenza significativa, quella degli alpini


Redazione

22/10/2008

di Ylenia SPINELLI

Fervono i preparativi per il Meeting diocesano chierichetti di sabato 25 ottobre. All’appuntamento (alle 15), al Pala Desio, si attendono almeno 5 mila ragazzi, provenienti da ogni parte della diocesi. Protagonista di questo pomeriggio di festa con il Cardinale (atteso per le 16) sarà don Carlo Gnocchi, il sacerdote ambrosiano che ha speso l’intera vita per giovani, seguendoli come cappellano militare anche nella terribile esperienza della seconda guerra mondiale.

Ospite d’eccezione sarà Silvio Colagrande, il ragazzino, oggi uomo, cui don Gnocchi prima di morire ha donato una cornea. «Il primo incontro con don Carlo è avvenuto nel Centro da lui fondato e che ora dirigo, quello di Santa Maria alla Rotonda a Inverigo – ha raccontato Colagrande sulle pagine del numero di ottobre di Fiaccolina -. Era la fine di ottobre del 1954, avevo 10 anni e frequentavo la terza elementare come uditore, dal momento che non potevo né leggere, né scrivere. Noi ragazzi eravamo in cortile a giocare e quando l’abbiamo visto ci siamo zittiti: lui ha preso in braccio il più piccolo e ci ha sorriso».

Durante il Meeting Colagrande racconterà ai ragazzi altri particolari di quell’incontro e di quello spirito di servizio e solidarietà che ha caratterizzato l’intera vita di don Gnocchi, fatta di esempi e di piccole azioni quotidiane che esprimono il vero senso dell’essere cristiano, molto più di tante parole.

La forza dell’insegnamento di don Gnocchi rivivrà anche nella testimonianza di Vincenzo Russo, che, proprio come Colagrande, grazie alla Fondazione Don Gnocchi ha ritrovato la voglia di vivere, anche su una sedia a rotelle.

Il Meeting avrà inizio con un momento di animazione, poi verranno proiettati alcuni spezzoni del film su don Gnocchi della regista Cinzia Th Torrini, fino all’arrivo del Cardinale. Seguiranno le due testimonianze e un canto meditativo degli alpini, che introdurrà al momento di preghiera con l’Arcivescovo. La festa con tutti i chierichetti della diocesi terminerà (alle 17) con la premiazione dei vincitori dei giochi pubblicati sugli ultimi numeri di Fiaccolina.

E’ previsto un bus navetta ogni venti minuti dalla stazione di Desio al Pala Desio, andata e ritorno, con un alpino accompagnatore. Per informazioni per la partecipazione rivolgersi al Segretariato per il Seminario (tel. 02.8556278). Si ricorda che non occorre portare l’abito liturgico. Da non dimenticare invece la “busta della solidarietà”, contenuta nelle pagine di Fiaccolina di ottobre, con i risparmi per sostenere un progetto della Fondazione Don Gnocchi in Rwanda.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi