È il significativo dato che emerge dal XVIII Dossier statistico immigrazione curato dalla Caritas, presentato oggi. Cresce anche il numero di alunni extracomunitari (1 su 10)


Redazione

30/10/2008

La Lombardia si conferma la prima regione italiana per presenza di immigrati regolari. E la provincia di Milano diventa la prima provincia in Italia, superando quella di Roma. In regione i romeni balzano dal terzo al primo posto tra le comunità etniche più numerose. Cresce anche il numero degli alunni extracomunitari: nelle scuole lombarde ormai un bambino su 10 è straniero, il doppio rispetto alla media italiana.

Sono gli aspetti salienti che emergono dall’analisi dei dati regionali del Dossier statistico immigrazione 2008 di Caritas Italiana e Fondazione Migrantes, presentato oggi a Milano.

Con 953 mila cittadini stranieri, il 23,9% del totale nazionale, anche nel 2007 la Lombardia è la prima regione italiana per numero di immigrati regolarmente soggiornanti.

L’etnia più rappresentata diventa quella romena (95.698), grazie a un incremento del 70%, effetto evidente dell’ingresso della Romania nell’Unione europea il primo gennaio del 2007. L’afflusso di cittadini romeni riguarda tuttavia più le province lombarde che il capoluogo dove mantengono il loro primato i filippini (28.020 pari al 15,9%), seguiti da egiziani (22.946, 13%), cinesi (14.723, 8,4%), peruviani (14.063, 85) ed ecuadoregni (12.343, 7%). Considerevole è anche la crescita degli alunni stranieri nelle scuole lombarde, le più multietniche d’Italia.

Sebbene, infatti, negli ultimi 18 anni in Lombardia l’aumento della popolazione scolastica non di origine italiana sia cresciuta meno che nel resto del Paese, dove è quadruplicata arrivando a 572.621 individui, è proprio la Lombardia ad avere nelle proprie classi il maggiore numero di figli di immigrati (137.444). Se, infatti, oggi in Italia circa un alunno su 20 non ha la cittadinanza italiana, nella nostra regione uno su 10 è di origine straniera.

Significativo il caso di Mantova che con il 15,4% rappresenta la provincia con l’incidenza di studenti stranieri, rispetto al totale della popolazione scolastica, più alta in Italia.

Su Milano 7, inserto di Avvenire di domenica 2 novembre,
un approfondimento specifico sulla trasmissione dei valori
religiosi agli stranieri immigrati di “seconda generazione”

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi