Nel programma di Rai Vaticano, tra l’altro, un primo bilancio del Sinodo per l’Amazzonia, il prossimo viaggio del Papa in Thailandia e in Giappone, i 170 anni di missione del Pime

PapaUdienzaPiazzaSanPietro_

Le parole – chiave del Sinodo per l’Amazzonia, il significato del prossimo viaggio di Papa Francesco in Thailandia e in Giappone, la missione del Pime, a 170 anni dalla sua fondazione, in una metropoli come Milano. Con Rai Vaticano, torna su Rai Uno, “Viaggio nella Chiesa di Francesco” il programma di Massimo Milone e Nicola Vicenti, in onda domenica 27 ottobre, ore 00.45 e in replica su Rai Storia domenica 3 novembre alle ore 12.50.

Dice il Cardinale Pedro Ricardo Barreto Jimeno, Presidente Vicario della Rete Ecclesiale Panamazzonica: «un Sinodo inedito. Nulla era mai stato immaginato. Una rinnovata esperienza di fede e di promessa della missione cristiana in Amazzonia».

Per il gesuita padre Federico Lombardi, Presidente della Fondazione Ratzinger «il Sinodo ha invitato tutti alla conversione per trovare nuovi modelli di vita, nuovi rapporti con il creato, nuove solidarietà fra i popoli». E l’editorialista del quotidiano cattolico Avvenire, Stefania Falasca, spiega che «questo Sinodo è figlio dell’Enciclica “Laudato sì”. Un cammino di nuove proposte per un nuovo modello sociale nella prospettiva di una ecologia integrale».

Nella puntata il significato del prossimo viaggio di Papa Francesco in Thailandia e Giappone. «A livello ecclesiologico sarà una visita molto importante», così il Cardinale Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli. In un paese dove la maggioranza della popolazione è scintoista e buddista, i cristiani sono oltre 300 mila e in una terra che ha conosciuto l’orrore della bomba atomica, spiega Filoni «il Papa parlerà di pace e di disarmo».
A Rai Vaticano anche la storia di don Antonello Iapicca, missionario romano, da 30 anni in Giappone «paese votato all’efficienza esasperata – dice – dove la testimonianza cristiana è un seme silenzioso».

Ma cosa significa essere missionari oggi?
Lo spiegano, a Rai Vaticano, i sacerdoti del Pontificio Istituto Missioni Estere (Pime), a 170 anni dalla fondazione della struttura.
«Annunciamo da sempre il Vangelo nel mondo in contesti di povertà e di frontiera – dicono al Pime – ma gli esodi ci interrogano, oggi, sulla nostra missione nel cuore di metropoli come Milano».
A due passi da CityLife, a Milano, la casa madre del Pime si propone come “fabbrica di dialogo”.
Spiega l’Arcivescovo di Milano Delpini: «questo nuovo centro è una responsabilità che sentiamo forte perché la missione è in casa nostra. Qui da ogni parte del mondo, arriva gente che cerca un tetto, lavoro, serenità, occasioni di dialogo e preghiera».

Da 42 nazioni arrivano, infine, a Roma, al Pontificio Istituto di Musica Sacra, l’università della musica del Papa, studenti che si formano culturalmente con un linguaggio che guarda al trascendente. Presiede questo istituto Mons. Vincenzo De Gregorio. Fondato da San Pio X nel 1910, il Pontificio Istituto di Musica Sacra, è tra i più prestigiosi atenei musicali del mondo.

Infine, nella controcopertina della puntata, riflettori sul paese di Scala, costiera amalfitana. Con i francescani, per un giorno, capitale mondiale per la pace.
“Viaggio nella Chiesa di Francesco” un programma di Massimo Milone e Nicola Vicenti. Con Elisabetta Castana, Paola Coali, Stefano Girotti, Martha Michelini, Costanza Miriano, le musiche originali di Giovanni Scapecchi, edizione Pier Luigi Lodi, produttore esecutivo Milvia Licari. Regia di Nicola Vicenti.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi