Dopo gli allagamenti di diverse zone, alcune delle quali già colpite dal terremoto del maggio 2012, è imminente il trasporto di deumidificatori e idropulitrici

alluvione Modena

Caritas Ambrosiana, in stretto contatto con Caritas Italiana e la Caritas Diocesana di Modena, esprime la propria solidarietà alla popolazione del Modenese colpita dall’alluvione in questi giorni.

Gli allagamenti hanno coinvolto il territorio dei paesi di Bomporto, Bastiglia, San Prospero, Sorbara e Solara, oltre a una vasta zona rurale fatta evacuare dalla Protezione Civile. Interessati anche San Felice, San Panaro e Massa di Finale Emilia, territori già colpiti dal terremoto del maggio 2012. L’emergenza ha costretto le scuole a decretare la sospensione delle lezioni fino a data da destinarsi. Il provvedimento vale per asili nido, materne, elementari e medie di Bastiglia e Bomporto.

Le persone sfollate e ospitate presso le palestre di Mirandola e Medolla stanno rientrando nelle proprie abitazioni, ma c’è chi non ha trovato ancora posto nelle strutture alberghiere. Dall’inizio dell’emergenza circa 1000 le persone tratte in salvo dai Vigili del Fuoco e dalle forze di Polizia e Carabinieri. La Protezione civile dell’Emilia-Romagna ha diramato un altro bollettino per estendere l’allerta fino alle 21 di giovedì 23 gennaio. E non sono escluse nuove esondazioni.

In coordinamento con Caritas Italiana e Caritas Modena, nei prossimi giorni Caritas Ambrosiana porterà deumidificatori e idropulitrici per le operazioni di pulitura e asciugatura nelle case e nelle piccole aziende invase dall’acqua e dal fango.

Info: www.caritasambrosiana.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi