In tutto il mondo più di 1400 città di 87 Paesi mobilitate per fermare la pena di morte. A Roma due grandi appuntamenti

Colosseo_pena di morte

La Giornata internazionale delle “Città per la Vita, Città contro la Pena di morte “- il 30 novembre, in ricordo dell’anniversario della prima abolizione della pena capitale ad opera di uno Stato europeo, il Granducato di Toscana nel 1786 – rappresenta una straordinaria iniziativa della Comunità di Sant’Egidio che nel corso degli anni ha riunito numerose amministrazioni locali e società civili, per offrire e promuovere universalmente questa battaglia tanto decisiva per l’umanità intera.

La Giornata internazionale contro la pena di morte ha ottenuto negli ultimi anni significativi risultati: meno della metà dei Paesi mantenitori ha eseguito condanne a morte e in meno di un terzo di questi Paesi si sono eseguite condanne a morte ogni anno nell’ultimo quadriennio; hanno abolito la pena di morte per tutti i reati Bhutan, Grecia, Samoa, Senegal, Turchia, Liberia, Messico, Filippine, Albania, Isole Cook, Kyrgyzstan, Ruanda, Kazakstan, Uzbekistan, Argentina, Burundi, Togo e Gabon; in un anno (2009-2010) il numero complessivo delle esecuzioni è calato di un terzo; undici Paesi hanno emesso sentenze capitali, ma hanno continuato a non eseguire condanne a morte (Afghanistan, Brunei Darussalam, Corea del Sud, India, Indonesia, Laos, Maldive, Myanmar, Pakistan, Sri Lanka e Thailandia).

L’edizione di quest’anno ha avuto l’adesione di oltre 1400 città, (500 in Italia) di cui 66 capitali, in 87 Paesi di ogni continente. Rappresenta la più grande mobilitazione internazionale finora realizzata per fermare nel mondo tutte le esecuzioni capitali. Le città coinvolte daranno vita a iniziative culturali e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sostenute e organizzate in sinergia con la Comunità di Sant’Egidio e associazioni a essa collegate, in Italia e in altri Paesi.

Martedì 29 novembre, a Roma, avrà luogo il VI Congresso internazionale dei Ministri della Giustizia, sul tema “Dalla moratoria all’abolizione della pena capitale. No Justice Without Life”. Dal 2004, allo scopo di sviluppare nuove strategie e visioni comuni, Sant’Egidio organizza questo Congresso, laboratorio di un metodo di lavoro che continua a tutti i livelli, dalla società civile al dialogo con le leadership e i rappresentanti politici, durante l’anno, in tutti i Paesi che intervengono.

A questa sesta edizione, insieme al ministro della Giustizia italiano Paola Severino, interverranno i rappresentanti dell’Unione Europea, ministri della Giustizia di numerosi paesi (Francia, Benin, Burkina Faso, Capo Verde, Repubblica Centrafricana, Costa d’Avorio, Eritrea, Gabon, Guinea, Lesotho, Mali, Niger, Rwanda, Tanzania, Cambogia, Ecuador, Honduras, Norvegia, Kenya, Sudafrica, Sud Sudan, El Salvador) e rilevanti personalità di governo di Mongolia, Filippine, Guinea Bissau, Mozambico e Burundi, insieme a una delegazione di deputati e senatori dell’Illinois (ultimo Stato Usa ad avere abolito la pena capitale). Il 30 novembre gli ospiti saranno ricevuti dal presidente del Senato Renato Schifani.

Il 30 novembre, poi, alle 19, al Colosseo, si svolgerà la Cerimonia finale con l’illuminazione “speciale” del Colosseo, diventato il simbolo mondiale della Giornata Internazionale di “Cities For Life”.

Info: http://nodeathpenalty.santegidio.org/index.aspx – www.santegidio.org

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi