Presentata la nuova edizione del bando messo a punto da dieci Fondazioni di origine bancaria: scadenza il 15 luglio. Quindici le imprese vincitrici dell’edizione 2012

giovani disoccupati

Un milione di euro per la crescita di imprese non profit, operanti da almeno due anni nell’ambito della produzione artistica e creativa e dei servizi di supporto alla valorizzazione, tutela, protezione e circolazione dei beni culturali, in cui l’organo di amministrazione sia costituito in maggioranza da membri di età inferiore ai 35 anni. Lo mettono a disposizione, attraverso l’edizione 2013 del bando fUnder35, dieci Fondazioni di origine bancaria: Fondazione Cariplo (capofila del progetto), Fondazioni Banco di Sardegna, Cariparma, Cassa di Risparmio della Spezia, Cassa di Risparmio di Lucca, Cassa di Risparmio di Modena, Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Cassa di Risparmio di Torino, Livorno, Monte di Bologna e Ravenna.

Il bando è stato presentato oggi a Milano da Marco Cammelli, presidente della Commissione per le Attività e i Beni Culturali dell’Acri, l’associazione delle fondazioni di origine bancaria, che ha promosso l’iniziativa. «Dal 2002 al 2012 le Fondazioni di origine bancaria hanno erogato complessivamente al settore arte e cultura oltre 4,3 miliardi di euro, di cui più di 300 milioni di euro nel solo 2012 – ha commentato Giuseppe Guzzetti, presidente dell’Acri e di Fondazione Cariplo -. Anche in tempi di crisi l’attenzione delle Fondazioni al mondo dell’arte e della cultura è particolarmente significativa».

L’obiettivo di fUnder35 è far decollare le migliori imprese culturali giovanili, che si distinguano per la qualità dell’offerta, nonché per una corretta politica del lavoro, e si prefiggano chiari obiettivi di sostenibilità economica tramite specifici progetti di miglioramento in campo progettuale e gestionale. Il bando scade il 15 luglio 2013 ed è disponibile all’indirizzo http://www.fondazionecariplo.it/it/progetti/arte/fUNDER35/index.html

Nel corso dell’incontro milanese sono state presentate anche le 15 imprese vincitrici dell’edizione 2012 dello stesso bando. Eccole.

Associazione Ambrose/Compagnia di Parma: attraverso la danza realizza percorsi educativi di contrasto al disagio giovanile; i fondi ricevuti serviranno a creare uno spazio web finalizzato anche a raccogliere fondi per la realizzazione di progetti in co-produzione.

Associazione Carrozzeria Orfeo di Mantova: una “compagnia di giro” che guarda al mercato nazionale e internazionale, ma al contempo si propone come rilevante agente culturale nel sistema teatrale lombardo, collaborando con Enti locali, realtà associative e organizzazioni operanti sul territorio; le risorse serviranno per un percorso di stabilizzazione gestionale sui fronti distributivo, logistico, territoriale e commerciale.

Associazione Casanoego di Vercelli: dopo un quinquennio dedicato alla produzione del Festival Jazz:re:found, potrà intraprendere un percorso di divulgazione e trasferimento del know-how acquisito con attività di formazione e di produzione operativa.

Associazione Ghislierimusica di Pavia: ha ottenuto le risorse per il progetto Spotlight, mediante il quale intende rendere sostenibile nel tempo la propria attività di centro di produzione musicale internazionale, specializzato nel repertorio classico e barocco.

Associazione Giovio 15 di Milano: le risorse ottenute saranno utili per portare sul proprio sito web e sui social network video con estratti degli spettacoli teatrali autoprodotti; tutto questo da un lato potrà fornire un significativo introito economico mediante la vendita degli spazi pubblicitari on line e lo sfruttamento commerciale dei contenuti proposti, dall’altro potrà aumentare la base di pubblico per i nuovi spettacoli “dal vivo”.

Associazione Gli Incauti di Bologna: sta realizzando una rassegna teatrale locale e rafforzando il proprio posizionamento sul target scuola; vincendo il bando potrà consolidare la formazione e l’assunzione di operatori oggi attivi come volontari.

Associazione Hiroshima Mon Amour di Torino: nell’ambito del proprio sito web già esistente attiverà, per i soci membri della propria comunità virtuale, un sistema di prevendita on line dei biglietti degli spettacoli senza spese aggiuntive, un servizio di biglietteria “smaterializzata”, l’accesso ai video in streaming on demand e agli approfondimenti testuali e multimediali relativi agli spettacoli, sia in programmazione, sia in archivio.

Associazione Khorakhanè di Abano Terme (Pd): si propone di creare un polo culturale, sociale e artistico gestito da giovani con il progetto “Nuove energie”, che nasce dalla collaborazione con la Cooperativa sociale Nuova Idea, e riflette il portato di entrambe; Khorakhanè opera, infatti, nella realizzazione di eventi culturali e artistici che trattano tematiche di interesse sociale, mentre Nuova Idea nel campo dei servizi socio-assistenziali per la disabilità e il disagio psichiatrico.

Associazione Labulè di La Spezia: promuove l’arte, la cultura e lo spettacolo ponendosi come punto di riferimento sul territorio per quanto riguarda le tecniche di linguaggio e le modalità espressive del teatro; adesso avrà anche un luogo fisico dove rispondere alle richieste di formazione, progettazione, consulenza e supervisione provenienti da operatori teatrali, enti, associazioni, ma anche da singoli cittadini.

Associazione La Mela di Newton di Padova: progetta e produce eventi musicali site-specific, ovvero inseriti in un preciso luogo; d’ora in poi ci sarà anche un sito web attraverso il quale gli utenti/spettatori potranno richiedere informazioni sugli appuntamenti in calendario e votare i video con le esibizioni delle band musicali, pubblicati direttamente on line da queste ultime.

Associazione La Voce in Musica di Porto Torres (Ss): intende creare un omonimo Centro culturale polivalente nel campo della ricerca, della cura e dell’utilizzo artistico e professionale della voce; le attività previste spaziano dall’offerta di corsi di aggiornamento professionale alla divulgazione delle regole di “igiene vocale” nelle scuole locali. All’interno del Centro si vuole, inoltre, dedicare uno spazio allo “svago culturale”, in forma di music bar, quale ambiente informale utile alla produzione artistica e dove poter incontrare gli esperti del settore, progettare nuove performance e condividere idee innovative, in modo da diventare un punto di riferimento sul territorio per gli appassionati della musica e del canto.

Associazione Linutile di Padova: fa e insegna teatro; con il premio consoliderà la propria struttura organizzativa e creerà un gruppo di lavoro dedicato al fundraising.

Cooperativa sociale Musica e Servizio di Modena: attiva da anni nella divulgazione dell’opera lirica italiana, potrà trasformare l’attuale attività artistica e didattica in un nuovo sistema culturale multimediale, accessibile via internet in modo interattivo.

Associazione Pilar Ternera di Livorno: grazie all’afflusso di risorse potrà unire i propri sforzi a quelli della Cooperativa Marte nell’ambito del marketing culturale, al fine di incrementare la diffusione dei loro prodotti e servizi in ambito artistico-teatrale.

Associazione Teatro delle Temperie di Crespellano (Bo): investirà nella specializzazione delle proprie risorse umane per gestire il progressivo incremento delle attività di progettazione e produzione artistica, utilizzando anche il fundraising.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi