Lo stanziamento, derivante dai fondi dell’otto per mille, andrà a favore delle popolazioni colpite dalla tempesta, Washi che ha causato un migliaio di vittime

Tifone Filippine 2011
Debris are scattered near destroyed houses in Cagayan de Oroon December18, 2011, a day after Typhoon Washi wrought havoc in the city. Philippine rescuers strived with mud, fatigue and the stench of death December 18 to help dazed survivors of devastating flash floods that have killed about 500 people. AFP PHOTO/TED ALJIBE

In risposta all’appello del Papa a favore della popolazione delle Filippine – colpita dal tifone Washi, che la notte tra il 16 e il 17 dicembre ha causato la morte di un migliaio di persone (ma il bilancio è destinato a salire ancora) e centinaia di feriti nel nord dell’isola di Mindanao – la presidenza della Conferenza episcopale italiana ha stanziato un milione di euro dai fondi derivanti dall’otto per mille. Invita inoltre a pregare e a sostenere le iniziative di solidarietà promosse da Caritas italiana (www.caritasitaliana.it).

La maggior parte delle vittime sono bambini, mentre le località più colpite risultano Cagayan de Oro e Iligan. Decine di migliaia di sfollati sono distribuiti in centri di accoglienza a Cagayan de Oro. L’apposito Comitato Cei per gli interventi caritativi a favore del Terzo Mondo «provvederà all’erogazione della somma accordata, sostenendo progetti di enti ecclesiali locali, che operano in collegamento con le istituzioni caritative della Conferenza episcopale filippina o delle diocesi del Paese».  

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi