Incontro a Milano organizzato dalla Fondazione Oasis in collaborazione col Consolato Generale degli Stati Uniti d’America. Tra i relatori il professor Paolo Branca

Logo Fondazione Oasis

«Il tempo presente – così irto di difficoltà, ma provvidenzialmente anche ricco di occasioni preziose per promuovere una vita buona a ogni livello – ci trova sempre più “insieme” nei vari ambiti della vita comune, dove condividiamo in quanto credenti sfide simili e analoghe responsabilità»: così scriveva il cardinale Angelo Scola ai fedeli e ai responsabili delle comunità musulmane di Milano e Lombardia per la fine del Ramadan 2013.

E proprio alle “sfide comuni” a Cristianesimo e Islam è dedicata la prossima iniziativa della Fondazione Internazionale Oasis, realizzata in partnership col Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Milano: l’incontro sul tema “Cristiani e musulmani: le sfide comuni in una società plurale”, in programma martedì 1 ottobre, alle 17, presso la sede della Fondazione Oasis (piazza San Giorgio 2, Milano).

Sono lontani i tempi in cui gli attentati dell’11 settembre 2001 e le successive guerre in Afghanistan e Iraq facevano gridare allo “scontro di civiltà” tra il mondo cristiano e quello islamico. Durante il convegno internazionale della Fondazione Oasis tenuto a Milano lo scorso giugno, il cardinale Scola, auspicando nuovi progressi nella comunicazione e nel dialogo in quello che lui stesso definisce il “meticciato di civiltà”, segnalava la necessità di trovare un linguaggio comune. Commentando recentemente questo passaggio, il professor Paolo Branca, islamista dell’Università Cattolica di Milano e responsabile dei rapporti con l’Islam all’interno del Servizio diocesano per l’Ecumenismo e il dialogo, evidenziava: «Troppo spesso la parola “dialogo” esprime solo una generica “non belligeranza” o una vaga disponibilità ad accettare la realtà dell’esistenza dell’altro, senza però promuovere un confronto positivo e più profondo. Credo che il cardinale Scola, formulando l’auspicio di una sorta di “lessico” condiviso, si riferisse anche a questo, tenendo conto che l’Occidente, ma anche il mondo musulmano, stanno affrontando sfide analoghe, seppure vissute con modalità differenti. Basti pensare alla sfiducia nelle istituzioni politiche, evidente in Europa, ma palese anche nei Paesi del Nord Africa e del Medio Oriente…».

Proprio il professor Branca sarà tra i relatori dell’incontro dell’1 ottobre, insieme all’imam Bashar Arafat, presidente della Fondazione Civilizations Exchange and Cooperation, e a Wael Farouq, professore di Lingua araba all’Università Cattolica di Milano. Il dibattito sarà moderato da Maria Laura Conte e Martino Diez, direttori della Fondazione Internazionale Oasis. Interverrà Francesco Cappelli, assessore all’Educazione, Istruzione e Rapporti con le comunità religiose del Comune di Milano.

Info e adesioni:tel. 02.38609700 – 041.5312100 – oasis@fondazioneoasis.org

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi