Redazione

La Chiesa italiana esprime la propria vicinanza alla popolazione, vittima delle violentissime scosse di terremoto, che hanno seminato morte e distruzione ad Haiti, in particolare nella capitale, Port-au-Prince, e nella parte ovest dell’isola caraibica.
La Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana invita le comunità ecclesiali a pregare per quanti sono stati colpiti dal tragico evento e a sostenere le iniziative di solidarietà promosse dalla Caritas Italiana con l’obiettivo di alleviare le sofferenze di quella popolazione.
La Presidenza della Cei, per far fronte alle prime emergenze e ai bisogni essenziali delle persone colpite dal terremoto, ha stanziato due milioni di euro dai fondi derivanti dall’otto per mille. L’apposito Comitato per gli interventi caritativi a favore del terzo mondo provvederà all’erogazione della somma stanziata, accogliendo le richieste, che stanno pervenendo o perverranno. La Chiesa italiana esprime la propria vicinanza alla popolazione, vittima delle violentissime scosse di terremoto, che hanno seminato morte e distruzione ad Haiti, in particolare nella capitale, Port-au-Prince, e nella parte ovest dell’isola caraibica.La Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana invita le comunità ecclesiali a pregare per quanti sono stati colpiti dal tragico evento e a sostenere le iniziative di solidarietà promosse dalla Caritas Italiana con l’obiettivo di alleviare le sofferenze di quella popolazione.La Presidenza della Cei, per far fronte alle prime emergenze e ai bisogni essenziali delle persone colpite dal terremoto, ha stanziato due milioni di euro dai fondi derivanti dall’otto per mille. L’apposito Comitato per gli interventi caritativi a favore del terzo mondo provvederà all’erogazione della somma stanziata, accogliendo le richieste, che stanno pervenendo o perverranno.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi