Quando un ragazzo è in crisi, quando la classe soffre per la morte di una compagna, quando la scuola apre uno sportello di ascolto... interviene l'insegnante di religione...

Pasquale ESPOSITO
Redazione

Entro in classe una volta alla settimana, ma per tre lezioni manca D.E., una ragazzina silenziosa che deve essere sollecitata se la si vuole ascoltare, devi coinvolgerla se vuoi che trovi il suo spazio.
Chiedo ai miei colleghi ma nessuno sa nulla.
Mi informo dalla sua compagna di classe e scoppiando in lacrime mi dice che la ragazza è in ospedale… leucemia!
E’ un caso che sia stato proprio il docente di religione a sentire l’assenza di questa ragazza?

Marco è veramente caratteriale, a scuola ultimamente non ne fa una giusta. Provocatorio al massimo, scontroso e a volte anche non rispettoso delle regole.
Reazione delle mie colleghe? Note disciplinari: 5, 5, 3, 3, 4… «Ti boccio», «Ma stattene a casa tua», «Cosa vieni a fare?!».
Bastava accostarsi all’adolescente in crisi e ascoltare che suo padre ogni sera, perché ha perso il lavoro, entrando in casa picchia la madre.
Risposta del ragazzo: «Grazie prof perché mi ha ascoltato».
E’ un caso che sia stato proprio il docente di religione a mettersi in ascolto dell’altro?

Domenica mattina… schianto in auto.
Muore F.G., ragazza di quinta superiore.
Lunedì mattina tutta la quinta A presente, ma in silenzio.
Lacrime, disperazione, vuoto.
Chi chiamiamo?
«Il prof di religione potrebbe trascorrere la mattinata con la classe e sussurrare parole piene di speranza?», è la richiesta del preside dopo aver ascoltato i colleghi che non se la sentono di fare lezione.
E’ un caso che sia stato proprio il docente di religione ad ascoltare i silenzi dei ragazzi?

Sono collaboratore di un dirigente reggente, naturalmente insegno religione, ho delega per aprire la posta.
Apro una busta della scuola capofila del Progetto 2 you e vedo che nei sette nomi, cinque sono di miei colleghi insegnanti di religione. E’ anche questo un caso?

Visita ispettiva della qualità.
Vogliamo verificare che il centro ascolto sia risorsa della scuola.
Affluenza? Circa 190/210 ragazzi all’anno su 980.
Quanti vengono indirizzati dallo psicologo? Circa il 20%.
Chi sono gli insegnanti del primo ascolto? I due nostri docenti di religione…
E’ anche questo un caso?

Potrei continuare per ore… il mio bagaglio di 18 anni di insegnamento mi porterebbe a scrivere fiumi di queste esperienze. Entro in classe una volta alla settimana, ma per tre lezioni manca D.E., una ragazzina silenziosa che deve essere sollecitata se la si vuole ascoltare, devi coinvolgerla se vuoi che trovi il suo spazio.Chiedo ai miei colleghi ma nessuno sa nulla.Mi informo dalla sua compagna di classe e scoppiando in lacrime mi dice che la ragazza è in ospedale… leucemia!E’ un caso che sia stato proprio il docente di religione a sentire l’assenza di questa ragazza?Marco è veramente caratteriale, a scuola ultimamente non ne fa una giusta. Provocatorio al massimo, scontroso e a volte anche non rispettoso delle regole. Reazione delle mie colleghe? Note disciplinari: 5, 5, 3, 3, 4… «Ti boccio», «Ma stattene a casa tua», «Cosa vieni a fare?!».Bastava accostarsi all’adolescente in crisi e ascoltare che suo padre ogni sera, perché ha perso il lavoro, entrando in casa picchia la madre.Risposta del ragazzo: «Grazie prof perché mi ha ascoltato». E’ un caso che sia stato proprio il docente di religione a mettersi in ascolto dell’altro?Domenica mattina… schianto in auto.Muore F.G., ragazza di quinta superiore.Lunedì mattina tutta la quinta A presente, ma in silenzio.Lacrime, disperazione, vuoto.Chi chiamiamo?«Il prof di religione potrebbe trascorrere la mattinata con la classe e sussurrare parole piene di speranza?», è la richiesta del preside dopo aver ascoltato i colleghi che non se la sentono di fare lezione.E’ un caso che sia stato proprio il docente di religione ad ascoltare i silenzi dei ragazzi?Sono collaboratore di un dirigente reggente, naturalmente insegno religione, ho delega per aprire la posta.Apro una busta della scuola capofila del Progetto 2 you e vedo che nei sette nomi, cinque sono di miei colleghi insegnanti di religione. E’ anche questo un caso?Visita ispettiva della qualità.Vogliamo verificare che il centro ascolto sia risorsa della scuola.Affluenza? Circa 190/210 ragazzi all’anno su 980.Quanti vengono indirizzati dallo psicologo? Circa il 20%.Chi sono gli insegnanti del primo ascolto? I due nostri docenti di religione…E’ anche questo un caso?Potrei continuare per ore… il mio bagaglio di 18 anni di insegnamento mi porterebbe a scrivere fiumi di queste esperienze.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi