Nella trasmissione di domenica 28 novembre (alle 24.25 su Rai1 e Raiplay), la Santa Sede a Dubai per l’Expo, la Chiesa in Sud Sudan, l’anno dedicato alla famiglia e a San Giuseppe

Papa Francesco e poveri ad Assisi (foto Sir)
Un momento del recente incontro tra papa Francesco e alcuni poveri ad Assisi (foto Sir)

«Si metta al centro della politica anche chi è ai margini» dice il presidente delle Acli Emiliano Manfredonia a Rai Vaticano, nella puntata di «Viaggio nella Chiesa di Francesco», programma di Massimo Milone e Nicola Vicenti in onda domenica 28 novembre su Rai 1 alle 24.25 (in replica su Rai Storia domenica 5 dicembre alle 12.30 e, per l’estero, sui canali di Rai Italia). Manfredonia sostiene che «un lavoro buono non è solo quello ben retribuito. Occorre ripensare qual è il ruolo dell’uomo rispetto a un ciclo produttivo che non può soltanto puntare al profitto, ma a una crescita economica che possa sostenere la presenza di tutti senza creare disuguaglianze».

La Chiesa a Dubai e in Sudan

Rai Vaticano fa rotta poi a Dubai, all’Expo, con la partecipazione della Santa Sede, che nel padiglione curato dal Pontificio Consiglio per la Cultura ha riprodotto la Creazione di Adamo dipinta da Michelangelo nella Cappella Sistina. «La Santa Sede ha partecipato a tutte le Esposizioni universali – dice il cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio -. Posso dire che mai come in questa occasione siamo stati assistiti dall’organizzazione. Tutto questo è sicuramente una conseguenza dello storico viaggio di papa Francesco negli Emirati Arabi, quando firmò insieme al Grande Imam, Al-Tayeb, lo storico Documento per la Fratellanza e l’Amicizia tra i Popoli».

Da Dubai al Sud Sudan dove, tra conflitti, violenze e miseria, la speranza ha il volto del giovane vescovo Christian Carlassare, missionario comboniano da 15 anni in questa terra. L’8 marzo è stato nominato da papa Francesco vescovo della diocesi di Rumbek, ma dopo solo un mese e prima del suo insediamento è stato vittima di un agguato armato. «Quello che è successo – dice monsignor Carlassare (qui la sua intervista alla presentazione del Festival della Missione 2022) – purtroppo è quello che nel Paese succede, le ferite che porto sono le ferite che vengono portate da tante persone in Sud Sudan. C’è tanta solidarietà nella Chiesa e questo è di grande aiuto, ma allo stesso tempo bisogna valorizzare quanto la comunità può fare con le proprie risorse. Il cammino va sempre fatto nella solidarietà tra le Chiese nel mondo, ma sempre con il popolo».

Forum di giuristi

Terra, diritto, migrazioni, cittadinanza universale. A Ravello, in un forum internazionale, i giuristi si sono interrogati anche alla luce delle encicliche di papa Francesco. L’iniziativa è stata del Presidente del Poligrafico dello Stato e ordinario di Istituzioni di Diritto Romano all’Università Federico II, Antonio Palma: «Noi ci troviamo di fronte a un compito immane: la revisione delle categorie giuridiche che hanno accompagnato l’Occidente. Bisogna oggi recepire i pensieri altri, i pensieri di coloro i quali appartengono alle altre sequenze di civiltà, in questo modo operando una polifonia che cominci a dare una risposta alle mutate esigenze dell’uomo contemporaneo». Per il professor Aristide Police, ordinario di Diritto Amministrativo alla Luiss di Roma, «per una nuova distribuzione del reddito, per riconoscere il diritto di cittadinanza, non basta un solo Stato, ma un insieme di Stati, come l’Unione Europea. È necessario il concorso di tutti, così come l’apporto delle Corti di Diritti Umani, come la Corte europea, è fondamentale».

Comunità e paternità

Prosegue nella puntata il viaggio di Rai Vaticano nell’Anno dedicato alla Famiglia, in preparazione dell’incontro mondiale di Roma 2022, e a San Giuseppe, fortemente voluto da papa Francesco. In primo piano la storia della comunità Fa.Miglia, una realtà che gravita attorno ai Frati Minori di Assisi. Dice padre Pasqualino Massone: «Un percorso che nasce dalle famiglie che chiedono di essere accompagnate e di essere sostenute nel loro cammino. Dapprima per crescere come coppia e poi come famiglia. Aperti alla genitorialità e a una fecondità anche più ampia». Danilo Marino, vigile del fuoco invece, racconta la sua esperienza: «Ogni giorno come vigili del fuoco ci prendiamo la responsabilità della vita altrui e quindi ci assumiamo proprio questa responsabilità, esercitiamo in qualche modo, come dice il Papa, la paternità in quel momento».

Infine, riflettori accesi su due libri: E se tornasse Gesù? di padre Enzo Fortunato, direttore della Rivista San Francesco di Assisi (San Paolo Edizioni) e Cosa resta del Papato, del giornalista Francesco A. Grana (Edizioni Terrasanta).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi