Per il successo riscontrato, prosegue fino al prossimo 17 settembre la rassegna allestita presso il Centro espositivo Mons. Pasquale Macchi.

«Un’affascinante mostra, ricca di dolcezza, serenità e colore». Questo è uno dei tanti commenti di apprezzamento lasciati dalle persone che fino ad oggi hanno visitato la personale di Raffaella Surian, “Terra Madre”, in mostra al Centro Espositivo Mons. Pasquale Macchi al Sacro Monte di Varese dal 20 maggio scorso.

Proprio commenti come questo, l’entusiasmo manifestato dai visitatori e la continua affluenza alla mostra hanno persuaso gli organizzatori a prorogarla fino al 17 settembre 2017.

La mostra tratta una tematica umanamente coinvolgente, capace di commuovere e trasportare emotivamente lo spettatore: la maternità, condizione tipica del genere umano “Donna” e della “Terra” che ontologicamente è genitrice, in grado pertanto di creare vita. Tale binomio, esplicitato dal dualismo del titolo stesso “Terra Madre”, è rappresentato in mostra da grandi opere a carboncino e pastello su carta grezza intelata a soggetto figurativo – figure umane e paesaggi – in interazione tra loro e disposte nello spazio in dialogo con le opere d’arte sacra contemporanea della collezione permanente di Mons. Macchi.

Passeggiando tra le sale il visitatore rimane quindi attratto, quasi ipnotizzato e totalmente assorbito, dalla potenza dei paesaggi dell’artista, costruiti con tratti veloci e incisivi e pastose cromie quasi materiche, e dalla pacatezza delle sue figure umane, plasmate invece con più ampi e morbidi tratti e caldi colori terrosi, stesi ad ampie campiture.

Le figure umane che Raffaella ha voluto esporre in “Terra Madre” sono prevalentemente madri, bambini e attuali “Sacre Famiglie”, ispirate ai personali e quotidiani legami dell’artista, che trasmettono al visitatore un profondo senso di moderna sacralità, richiamando la semplicità e la dolcezza della “Madre di tutte le madri”, Maria.

La mostra “Terra Madre”, un’ode alla maternità e alla capacità generatrice della terra come della donna-madre, non chiuderà il 30 luglio, ma resterà aperta al pubblico fino a domenica 17 settembre nei seguenti giorni e orari di apertura del Centro Espositivo Macchi: sabato, domenica e festivi dalle 9.00 alle 16.00 a orario continuato ed a ingresso libero. Ricordiamo anche che su prenotazione sono possibili aperture speciali per gruppi.

Per info e prenotazioni: Centro Espositivo Mons. Macchi alla Prima Cappella del Sacro Monte di Varese, cell. 366.4774873, email info@sacromontedivarese.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi