Dal 28 febbraio il nuovo appuntamento di MuDi Contemporanea negli spazi dei Chiostri di Sant'Eustorgio a Milano.

Sandra Tenconi

L’esposizione, curata da Paolo Biscottini, presenta circa 40 lavori recenti di una tra le esponenti più significative della tradizione figurativa lombarda, la cui cifra espressiva si caratterizza per i richiami intensi, al limite dell’informale, con la grande pittura naturalistica europea, da Turner a Cézanne, da Bonnard a Morlotti, a Sutherland.

La sua produzione si sviluppa per grandi cicli tematici: dai nudi accademici, agli autoritratti, alla serie di “natura” (i giardini e i boschi del Varesotto, il San Martino), fino agli “appunti di viaggio”, dall’Oltrepò alla Provenza, dal Tirolo all’Isola d’Elba, al Potomac.

Al Museo Diocesano, Sandra Tenconi propone le opere dedicate ai paesaggi montani della Valtellina, delle Dolomiti e delle Alpi Apuane e a quello delle ortensie; in particolare, questo soggetto, mai abbandonato durante tutto il corso della sua carriera, diventa ora grumo di colore informale, su sfondi ormai quasi metafisici. Accompagna la mostra un catalogo (ediz. Museo Diocesano), con testi del curatore e di Maria Antonietta Grignani.

Sandra Tenconi è nata a Varese nel 1937. Diplomata in Pittura all’Accademia di Brera con Aldo Carpi e Domenico Cantatore, espone dal 1957. Al suo attivo una settantina di mostre personali e la partecipazione a rassegne collettive importanti in Italia e all’Estero. Di formazione milanese, ha vissuto nella città lombarda fino al 1977, anno in cui si è trasferita a Pavia, dove vive e lavora. Numerosissimi i pezzi di critica sulla stampa nazionale ed estera. In particolare si sono occupati del suo lavoro, con continuità, firmando presentazioni e monografie: Riccardo Barletta, Rolando Bellini, Eros Bellinelli, Paolo Biscottini, Liana Bortolon, Rossana Bossaglia, Piero Chiara, Silvano Colombo, Stefano Crespi, Gabriele Dadati, Marina De Marchi, Maria Antonietta Grignani, Dante Isella, Mino Milani, Marzio Porro, Luciana Schiroli, Angelo Stella, Roberto Tassi, Ernesto Treccani, Susanna Zatti.

SANDRA TENCONI. Improvvisamente come visioni
Milano, Museo Diocesano (Corso di Porta Ticinese, 95)
28 febbraio – 25 marzo 2012
Orari
: dal martedì alla domenica, 10-18, lunedì chiuso.
Ingresso alla mostra e al Museo: intero: 8 Euro; ridotto 5 Euro;
Per informazioni: tel. 02.89420019;
info.biglietteria@museodiocesano.it
www.museodiocesano.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi