Al Museo dei Cappuccini di Milano la presentazione del nuovo libro dello storico Antonio Musarra, con visita alla nuova collezione di manufatti del XVII e XVIII secolo provenienti da Gerusalemme.

COPERTINA libro

Proseguono gli appuntamenti al Museo dei Cappuccini, riaperto il 29 novembre scorso, dopo l’importante ristrutturazione resa necessaria per dare lustro ai nuovi capolavori della Collezioni Rusconi. 

Martedì 11 febbraio alle 18.00 ci sarà la presentazione del libro “Francesco, i Minori e la Terrasanta” di Antonio Musarra, (professore all’università La Sapienza di Roma, esperto, fra le altre, di storia del Mediterraneo, di storia delle crociate), alla presenza dell’autore in dialogo con Giuseppe Caffulli, direttore della rivista Terra Santa.  A seguire verrà presentata la nuova collezione di manufatti dei secoli XVII-XVIII provenienti dalla Terra Santa, ed esposti eccezionalmente fino al 13 giugno al Museo dei Cappuccini di Milano (via Kramer 5).

Per vedere questa collezione, in maniera dettagliata ci sarà la possibilità, sabato 15 febbraio alle ore 11.00 e 16.00 di partecipare alla Visita -Conferenza nelle sale del Museo con la direttrice Rosa Giorgi che parlerà per l’appunto, della collezione di antichi Crocifissi provenienti dalla Terra Santa.

Antonio Musarra (1983), è ricercatore in Storia medievale presso Sapienza Università di Roma. Si occupa di storia del Mediterraneo, di storia delle crociate, di storia marittima e navale e di storia politica, economica e sociale delle città italiane in età medievale. Tra le sue pubblicazioni: “Genova e il mare nel Medioevo”, Bologna, il Mulino, 2015; “Acri 1291. La caduta degli stati crociati”, Bologna, il Mulino, 2017; “1284. La battaglia della Meloria”, Roma-Bari, Laterza, 2018; “Il crepuscolo della crociata. L’Occidente e la perdita della Terrasanta”, Bologna, il Mulino, 2018. Gli Italiani e le crociate, Roma, Istituto per l’Oriente “C.A. Nallino”, 2019; Il grande racconto delle crociate (con Franco Cardini), Bologna, il Mulino, 2019; Francesco, i Minori e la Terrasanta, Viareggio, La Vela, 2019.

Al termine del momento dedicato al libro, verrà presentata la nuova collezione di manufatti dei secoli XVII-XVIII provenienti dalla Terra Santa. Grazie alla generosità di Pierluigi Gerra, un appassionato collezionista di oggetti, al Museo dei Cappuccini è pervenuta nel corso del 2019 una preziosa collezione di piccole croci e crocifissi di maggiori dimensioni provenienti dalla Terra Santa. Questi oggetti, affiancati a quanto già parte del patrimonio del Museo ora permettono la costituzione di una sezione importante sulla presenza dei francescani in Terra Santa che, a sua volta, arricchisce il percorso iconografico sulla Passione di Cristo.

Da martedì11 febbraio fino al 13 giugno, inoltre, sarà possibile ammirare, insieme alla nuova collezione, anche altri preziosi oggetti esposti solo temporaneamente e provenienti da collezioni private. Manufatti realizzati con la medesima tecnica dei crocifissi che rappresentano, in forma di veri e propri modellini componibili, i principali luoghi di pellegrinaggio della Terra Santa.

“Si tratta di oggetti in legno di ulivo e madreperla prodotti a Betlemme su incoraggiamento dei francescani a partire dal XVI secolo. Essi venivano acquistati come souvenir dai pellegrini che li riportavano a casa a testimonianza dell’avvenuto pellegrinaggio o erano donati dai francescani ai loro conventi in Europa e a quanti li aiutavano politicamente e sovente anche economicamente a sopravvivere in Terra Santa. Molti di questi oggetti sono dei veri capolavori dell’artigianato betlemita e sono oggi nei principali musei europei. In particolare i modelli della Chiesa del Santo Sepolcro hanno un fascino particolare in quanto totalmente ispezionabili al loro interno dove si possono “visitare” tutti i principali locali della chiesa. Finora ne sono stati catalogati circa una quarantina quasi tutti nella Europa occidentale.”  (Tratto da “Terra Santa. 800 anni di presenza francescana. Mostra sugli Itinerari di Terra Santa e sugli oggetti in ulivo e madreperla prodotti a Betlemme a partire dal XVI secolo Biblioteca Braidense. Sala Maria Teresa. 21 novembre – 23 dicembre 2017”).

NUOVI ORARI MUSEO DEI CAPPUCCINI:
Aperto da martedì a venerdì dalle 15.00 alle 18.00 e sabato dalle 10.00 alle 18.00 (chiuso domenica e lunedì).
MUSEO DEI CAPPUCCINI – Via A. Kramer, 5 – Tel.: 02 771.225.80 – www.museodeicappuccini.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi