Lo spazio all’aperto del Centro culturale dei Cappuccini a Milano viene messo gratuitamente a disposizione degli artisti e il ricavato andrà direttamente a loro: così che attori e musicisti possano avere un luogo in cui ricominciare a lavorare. Spettacoli alle 17 e alle 21, al giovedì.

rosetum

Dopo gli oltre 3 mesi di chiusura dovuti all’emergenza sanitaria, il Centro Culturale Rosetum a Milano riapre al pubblico con “Chapeau”, un’iniziativa non solo culturale.

Lo spazio all’aperto di Rosetum sarà infatti messo gratuitamente a disposizione degli artisti e il ricavato andrà direttamente a loro: così che attori e musicisti possano avere un luogo in cui ricominciare a lavorare; così che artisti e pubblico possano reciprocamente e di nuovo incontrarsi; così che, in una parola, la cultura possa ancora essere “vivibile”.

“Chapeau” – appunto – è il nome di questa rassegna. Ogni giovedì, dal 18 giugno al 16 luglio, ci saranno due spettacoli: uno alle ore 17, dedicato ai bambini in un momento così difficile anche per la gestione del loro tempo libero; l’altro alle ore 21, dedicato agli adulti.

Il palcoscenico sarà all’aperto, nell’ampio spazio del cortile di Rosetum, per un totale di massimo 56 spettatori. La prenotazione è obbligatoria, scrivendo a info@rosetum.it

Nel rispetto di tutte le normative di sicurezza, musicisti e attori teatrali potranno tornare ad esibirsi; e il pubblico potrà tornare a godere di quella magia teatrale e musicale che solo dal vivo può accadere.

«Abbiamo la profonda convinzione che per ripartire occorre mettersi davvero insieme – afferma padre Marco Finco (ofmcapp), direttore artistico di Rosetum -. Rosetum con i propri spazi; gli artisti con la loro professionalità; il pubblico con la propria presenza e, secondo la libertà di ognuno, con un contributo comunque grande. È la possibilità di una vera Carità vicendevole!».

Ecco i prossimi appuntamenti:

Giovedì 25 giugno:
alle 17 “UnaPapuz su misura”, di e con Sara Papadato. Spettacolo di Clownerie Circense

Alle 21  “Un viaggio tra violini, viole e violoncelli…”, musiche di Vivaldi, Bach, Mozart, Mendelssohn. Ensemble Rosetum – Nuova Cameristica. Gabriele e Umberto Oliveti, violini. Chiara Oliveti, viola. Alberto Drufuca, violoncello

Giovedì 2 luglio:
alle 17: “Storia inutile mal raccontata”, con Pietro Grava. Spettacolo di Clownerie Teatrale.

alle 21: “A…solo Batteria & Percussioni”, di e con Alex Battini de Barreiro. Spettacolo musicale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi