In occasione dell'ostensione della Sindone, una mostra alla Reggia di Venaria racconta i riti e le tradizioni della preghiera in tutto il mondo. Promossa dall'Arcidiocesi di Torino, sarà aperta dall'11 aprile al 28 giugno 2015.

Pregare Venaria

In concomitanza con l’Ostensione della Sacra Sindone a Torino, il rito e le tradizioni della preghiera trovano un’occasione speciale di confronto e riflessione interculturale negli spazi della Reggia di Venaria, grandioso complesso monumentale alle porte di Torino, capolavoro dell’architettura e del paesaggio europeo dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco- con la mostra Pregare. La mostra sarà aperta dall’11 aprile al 28 giugno 2015 (Sale delle Arti).

La preghiera accomuna culture e culti diversissimi tra loro in quanto fenomeno antico e universale che corrisponde all’anelito dell’uomo verso la divinità, l’ascesi, la perfezione, ma anche alla richiesta di aiuto, protezione e conforto; potentissima manifestazione dell’umanità, si ritrova ad ogni latitudine e geografia: la mostra vuole raccontarla attraverso oggetti, immagini, video e opere provenienti da musei di tutto il mondo.

Ideata e curata da Franco La Cecla e Lucetta Scaraffia, l’esposizione è realizzata dal Consorzio La Venaria Reale in collaborazione con l’Associazione Sant’Anselmo-Imago Veritatis e si compone di 1.000 metri quadri di oggetti e testimonianze della pietà popolare di diverse culture e religioni: dall’induismo, al buddismo, dall’islam, all’ebraismo, al cristianesimo d’oriente e d’occidente.

La “continuità”, la “ripetizione” e la “circolarità” sono i tre fenomeni che accompagnano i visitatori in questo viaggio speciale. L’uomo prega creando magnifiche coreografie, ruotando, saltando, inginocchiandosi e prostrandosi, intonando canti e cori, cadendo in trance o in profonda meditazione. Il pubblico è invitato ad entrare in questi “mondi” attraverso gli oggetti che aiutano la preghiera, i suoni e le musiche che l’accompagnano, la partecipazione agli stessi riti nella profondità di una grande multiproiezione avvolgente curata dal regista Stefano Savona.

Dichiarano i curatori La Cecla e Scaraffia: «“Pregare” si apre negli stessi giorni in cui a Torino ha luogo l’Ostensione della Sacra Sindone e si celebra il Bicentenario della nascita di don Bosco: partendo proprio dalla nostra esperienza abbiamo voluto aprirci anche al confronto con le altre religioni, cominciando a riflettere sulla preghiera, base comune a tutta l’umanità. Abbiamo individuato così un filo rosso che lega gli esseri umani, simbolizzato dalle centinaia di rosari di preghiera in esposizione: strumento che i fedeli delle più diverse religioni usano per formulare in maniera ripetitiva -come se si percorresse un circolo- la propria devozione».

Promossa sotto il Patronato dell’Arcivescovo di Torino, S. Ecc. Monsignor Cesare Nosiglia, Con il Patrocinio del Comitato per la solenne Ostensione della Sindone 2015 Sotto l’Alto Patronato di Sua Maestà Mohammed VI, re del Marocco.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi