«Un Apostolo Instancabile, un Santo Papa»: presso il Centro Espositivo Mons. Pasquale Macchi, dipinti, sculture, medaglie e litografie, accanto a ritratti, fotografie, libri, paramenti sacri e alcuni oggetti appartenuti al Pontefice

Lello Scorzelli, PaoloVI con tiara (1963)
Lello Scorzelli, Paolo VI con tiara (1963)

Nell’attesa per l’imminente canonizzazione di Paolo VI il Sacro Monte di Varese ha realizzato una mostra d’arte a lui dedicata. Da sabato 6 ottobre, infatti, presso il Centro Espositivo mons. Pasquale Macchi alla Prima Cappella, ospiterà la mostra «Paolo VI: un Apostolo Instancabile, un Santo Papa», titolo che volutamente riprende le parole di papa Francesco.

La mostra vuole testimoniare l’amore di Papa Montini per l’arte, intesa come fonte di bellezza e strumento per ricollegarsi alla verità delle cose, e il suo intenso rapporto con gli artisti attraverso un riallestimento di opere, alcune mai esposte prima, facenti parte della collezione permanente del suo segretario personale, monsignor Pasquale Macchi, e da quest’ultimo lasciate in eredità alla Fondazione Paolo VI per il Sacro Monte di Varese.

Dipinti, sculture, medaglie e litografie – tutte opere a soggetto sacro di autori contemporanei come Scorzelli, Manfrini, Fazzini, Minguzzi, Guttuso, Sironi, Longaretti, Bodini, Bellotti e altri ancora – accanto a ritratti, fotografie, libri, paramenti sacri e alcuni oggetti appartenuti al Pontefice (ormai vere e proprie reliquie) ci racconteranno la figura di Giovanni Battista Montini – l’uomo e il Papa – che, grazie alla sua straordinaria personalità e sensibilità, durante il suo pontificato recupererà il rapporto con gli artisti e l’arte contemporanea, dando il via a una nuova e più viva collaborazione tra Chiesa e artisti, tra arte e religione, perché, come disse Paolo VI a tutti gli artisti durante l’incontro del 7 maggio 1964 presso la Cappella Sistina a Roma, «la vostra arte è quella di carpire dal cielo dello Spirito i suoi tesori e rivestirli di parola, di colori, di forme, di accessibilità».

La mostra rimarrà esposta da sabato 6 ottobre 2018 a domenica 6 gennaio 2019, restando aperta, a ingresso libero, tutti i sabati, le domeniche e i giorni festivi dalle 9 alle 16 (orario continuato). Durante il periodo espositivo sarà possibile prenotare visite guidate a pagamento per gruppi oltre l’orario ordinario di apertura del Centro, estendendo il percorso di visita anche alla Chiesetta dell’Annunciata, presso il borgo di Santa Maria del Monte, alle spalle del Santuario.

Inoltre, durante il periodo di apertura della mostra, domenica 11 novembre e domenica 16 dicembre alle 15.30, presso la sala conferenze del Centro Espositivo mons. Pasquale Macchi, si terranno due incontri volti a offrire spunti di riflessione e approfondimento sulla figura di Paolo VI.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi