Mostre, musica, dibattiti: filo conduttore della sagra cittadina è l'idea di uno sguardo nuovo sulla natura sull'esempio di san Francesco. La manifestazione, infatti, si pone in contemporanea con il pellegrinaggio delle diocesi Lombarde ad Assisi. Stasera incontro con don Francesco Braschi, dottore della Biblioteca Ambrosiana.

Pilastrello Bresso

Rilancia il tema dell’enciclica di papa Francesco l’edizione 2015 della “Sagra della Madonna del Pilastrello”, la festa cittadina di Bresso che nella prima domenica di ottobre celebra la patrona della città.

Filo conduttore dei diversi momenti sarà quest’anno l’idea di uno sguardo nuovo sull’uomo e sulla natura sull’esempio di San Francesco (la cui festa tra l’altro – 4 ottobre – coincide con la data della Sagra e con il pellegrinaggio delle Diocesi lombarde ad Assisi) che vede la realtà come dono e quindi come rapporto con Chi l’ha creata. 

L’incontro di Giovedì 1 ottobre Coltivare e custodire: parole chiave per una vera ecologia tenuto da don Francesco Braschi, dottore della Biblioteca Ambrosiana, guiderà ad entrare nel contenuto dell’Enciclica. Sarà presente anche Giovanni Agostoni, direttore commerciale della Icam di Lecco che porterà un’innovativa esperienza di rapporto tra agricoltura e industria.

Una seconda proposta di approfondimento è la mostra Naturale, Artificiale, Coltivato. L’antico dialogo dell’uomo con la natura, che viene direttamente dall’Abbazia di Mirasole dove è stata esposta durante l’estate.  Vengono qui documentati i primi passi e i successivi sviluppi della storia dell’agricoltura, dalle specie selvatiche alle varietà man mano coltivate dall’uomo (frumento, orzo, riso, mais, pomodoro, patata, vite, leguminose), illustrando l’evoluzione – guidata dall’uomo – delle piante che hanno nutrito l’umanità lungo i millenni. Il senso è quello di mostrare gli interventi dell’agricoltore come testimonianza di un’interazione virtuosa tra uomo e natura, esempio di quella “scienza artigiana” in cui l’uomo si pone in ascolto della realtà e la interpreta cercando di capirla veramente fino in fondo.
La mostra, realizzata da Euresis, sarà visitabile dal 1° al 16 ottobre a Bresso presso la Sala Conti in via Roma 16 anche con possibilità di visite guidate per scuole e gruppi (info 0266501089).

Una terza proposta nel solco del tema è il concerto offerto da alcuni musicisti bressesi dal titolo Musica e Musiche: lo sguardo dell’uomo attraverso le varie tradizioni musicali.  Venerdì 2 ottobre alle ore 21 presso lo spazio Iso-Rivolta.

Nel contesto della Sagra, a cura del Comune di Bresso, si svolgerà anche il convegno Bresso e il Parco nord: 40 anni di storie in comune, presso la sala del Consiglio Comunale (sabato 3 ottobre alle ore 10). La presentazione del libro “Anche la luna è capovolta: una volontaria tra Burundi e Palestina” di Simona Raspelli, presso la sala del Consiglio Comunale (sabato 3 ottobre alle ore 17).

Come è tradizione ci saranno poi molte altre iniziative e momenti d’incontro come il pomeriggio di giochi e sport per i ragazzi sia sabato 3 che domenica 4 o il pranzo della Sagra, visibili nel programma, ma il punto centrale rimangono sempre, Domenica 4 Ottobre, la Santa Messa celebrata a fronte del Santuario nello spazio Iso-Rivolta alle ore 11 e la Processione con la statua della Madonna del Pilastrello che partendo da S. Nazaro e Celso raggiungerà il Santuario.  

 

In allegato il programma completo della manifestazione.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi