La statua di Santa Margherita del Museo Nazionale d’Abruzzo, danneggiata dal terremoto de l’Aquila nell’aprile 2009, è tornata a nuova vita grazie al contributo dei Cappuccini e del pubblico del museo. Martedì 12 giugno la presentazione al pubblico del progetto.

Santa Margherita L'Aquila terremoto
????????????????????????????????????

La statua di Santa Margherita del Museo Nazionale d’Abruzzo, danneggiata dal terremoto de l’Aquila nell’aprile 2009 è tornata a nuova vita grazie al contributo dei Cappuccini e del pubblico del museo. Martedì 12 giugno alle ore 17.30 al Museo dei Cappuccini verrà raccontato il restauro, con le foto e i filmati, la vita espositiva (già intensa) della “nuova” statua. Intervengono Lucia Arbace, Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici dell’Abruzzo,Umberto Maggio,  responsabile del restauro della statua e Rosa Giorgi, direttrice del Museo dei Cappuccini di Milano.

Sarà l’occasione per riflettere sulla importanza del recupero dei beni culturali, della situazione Aquilana, e delle recenti vicende emiliane, nel segno dell’impegno dei Cappuccini che attraverso la carità intendono anche la cura e la condivisione della cultura. Il Museo de Cappuccini propone la conferenza con immagini della statua restaurata.

Durante l’esposizione Ottocento anni in piena Regola (organizzata al Museo dei Cappuccini fra il novembre 2009 e il marzo 2010) si suggellò un rapporto con L’Aquila attraverso un eccezionale prestito dal Museo Nazionale d’Abruzzo, la tavola del Maestro di San Giovanni da Capestrano con San Giovanni da Capestrano e storie della sua vita.

Due anni fa il Museo dei Beni Culturali Cappuccini, ha voluto dare spazio ai Beni Culturali d’Abruzzo promuovendo un progetto di solidarietà che sta all’origine di un gemellaggio con il museo Nazionale d’Abruzzo, ora chiuso a causa dei danni del terremoto del’aprile del 2009.

La collaborazione è iniziata con una raccolta fondi nel pubblico e ha già dato un primo esito. Con quanto fu raccolto (2334 euro, ne furono devoluti 2500) è stata restaurata una statua lignea raffigurante Santa Margherita (h. cm 150).  Il restauro, sotto la direzione della Soprintendente dott.ssa Lucia Arbace, è stato condotto da Umberto Maggio, del Laboratorio di restauro snc Conservazione e restauro Beni Culturali di Sonia Nani, Barbara Cerrina, Umberto Maggio & C.di Cremona.

La statua di Santa Margherita  è attualmente esposta e visibile nel Museo nel castello di Celano insieme ad altre opere restaurate. A luglio, la “nostra” santa Margherita sarà presentata alla mostra di Ortona: l’Arte in Abruzzo al tempo di Margherita d’Austria.

Statua lignea policroma e dorata raffigurante Santa Margherita d’Antiochia di artista ignoto del XVII secolo. L’evento del sisma del 2009 aveva aggravato la situazione della statua che già presentava aree consunte in corrispondenza delle parti più aggettanti della scultura. L’opera si presentava separata dal suo basamento e dalla testa del drago (attributo iconografico di santa Margherita). IL braccio destro era del tutto sconnesso e oltre alla mancanza del medio e dell’anulare della mano destra, si era persa l’ultima falange del pollice della mano sinistra. Rispetto a questa situazione il restauro a recuperato l’opera in maniera straordinaria.

Essendo l’ultimo incontro prima dell’estate, a tutti i partecipanti sarà offerto un aperitivo di arrivederci.

Orari Museo dei Cappuccini
Aperto: martedì, mercoledì e venerdì h 15.00 – 18.30; giovedì, sabato e domenica h 10.00 – 18.30 (ultimo ingresso h 18.00). Chiuso: il lunedì.
L’ingresso e la partecipazione alle attività del Museo è gratuito, per chi lo desidera è
possibile effettuare un’offerta libera per il sostegno delle opere culturali e caritatevoli sostenute dai Frati Minori Cappuccini.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi