Alla Biblioteca Umanistica dell’Incoronata Fondazione Somaschi Onlus propone l’esposizione #circuitinvisibili, un itinerario multimediale nel mondo dell’accoglienza

#circuitinvisibili

Dalla collaborazione tra Fondazione Somaschi Onlus, realtà storica nel mondo dell’accoglienza, e Gruppo Pozzi, azienda all’avanguardia nel retail design, nasce un evento culturale unico. Dal 16 al 25 ottobre, presso la Biblioteca Umanistica dell’Incoronata (corso Garibaldi 116, Milano), sarà aperta gratuitamente al pubblico, dal lunedì al venerdì (h 12-19) e sabato e domenica (h 10-19), l’esposizione #circuitinvisibili – Itinerario multimediale nel mondo dell’accoglienza.

Si tratta di un percorso lontano dai format tradizionali delle mostre sul tema del sociale, che vuole accompagnare i visitatori alla scoperta di ciò che non si vede, attraverso gli “occhi” della tecnologia. Vedere l’invisibile è la promessa di questo viaggio. Invisibili sono le storie di sofferenza e di disagio che non conosciamo, ma sono anche le storie di accoglienza e di solidarietà a lieto fine, che il più delle volte non arrivano alla cronaca. La tecnologia fa da supporto a questo percorso di scoperta perché rivela ai visitatori ciò che l’accoglienza può fare. La comunicazione digitale trova un modo alternativo per raccontare quello che normalmente non si narra.

La Fondazione Somaschi ha voluto rendere protagoniste di questa mostra le persone, le loro esperienze e le loro emozioni: reportage fotografici, cortometraggi e interviste sono stati realizzati negli anni con un forte coinvolgimento sia degli operatori della Fondazione, sia delle persone accolte. La mostra è realizzata con il contributo di fotografi e registi che hanno vissuto all’interno di alcuni servizi e comunità della Fondazione: Mauro Cozza, Valentina Ferrari, Max Kunzle, Luca Meola, Simona Milani, Alessandro Serranò.

I contenuti che sono stati scelti arrivano dalla strada e dalle stesse comunità; sono contenuti veri, vivi, potenti, resi ancora più incisivi dai mezzi che li raccontano. Gruppo Pozzi infatti ha scelto di presentarli attraverso il digitale per catturare totalmente l’attenzione del visitatore e coinvolgerlo nel “circuito”. L’azienda, che opera quotidianamente per creare ambienti e installazioni uniche, in questo caso mette il design e la tecnologia a servizio del sociale.

Un impegno concreto

#circuitinvisibili è anche l’occasione per contribuire al nuovo progetto della Fondazione Somaschi “Una casa per i migranti”. I visitatori della mostra potranno sostenere con le loro donazioni la nuova casa di Parzano (Como) che accoglierà 15 giovani richiedenti asilo. Qui i ragazzi saranno accompagnati in un percorso di integrazione che prevede lo studio della lingua italiana, iniziative di collaborazione con il territorio e coinvolgimento in lavori socialmente utili. Perché un tetto non basta: è importante dare loro una casa, fatta di relazioni e attenzioni.

Info: fondazionesomaschi.it; gruppo-pozzi.com; #circuitinvisibili; @FSomaschi; @GruppoPozzi

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi