In occasione della mostra al Museo Diocesano, all’Ambrosianeum incontro con Paolo Biscottini, don Matteo Crimella, Sissa Caccia Dominioni e Marco Garzonio

Chagall Figliol Prodigo

In occasione della mostra “Chagall e la Bibbia”, allestita al Museo Diocesano di Milano fino all’1 febbraio 2015, mercoledi 19 novembre, alle 18, presso l’Ambrosianeum (via delle Ore 3, Milano), Ambrosianeum Fondazione Culturale e il Museo Diocesano di Milano organizzano un incontro su “La Bibbia, Chagall, Milano”, con la partecipazione di Paolo Biscottini, don Matteo Crimella, Sissa Caccia Dominioni e Marco Garzonio.

Presentando l’incontro, il presidente dell’Ambrosianeum Marco Garzonio scrive: «Il rapporto tra la Bibbia e Milano scorre come un fiume carsico sin dai tempi della fondazione della Chiesa Ambrosiana. Talora esso appare rigoglioso in superficie, altre volte non si vede all’esterno, ma sappiamo che fluisce: lo dice la tradizione, lo sperimentiamo nell’anima di questa terra, lo riscontriamo nella generosa riservatezza della sua gente. Da quando il Cardinal Martini mise la Parola al centro della sua pastorale e, in tale spirito, realizzò il sogno del Cardinale Schuster costituendo il Museo Diocesano, il rapporto della città s’è rinforzato grazie alle vette dell’arte e alla magnanimità di chi sostiene l’istituzione. Oggi la Mostra “Chagall e la Bibbia” allestita negli spazi di Corso di Porta Ticinese rilancia un sentire diffuso. Chi sta rispondendo con entusiasmo alla proposta della grande retrospettiva del genio russo a Palazzo Reale deve assolutamente vedere anche le straordinarie guasches, 22 delle quali mai esposte prima in nessuna parte del mondo, che dalla Mostra del Diocesano offrono un’emozione irripetibile di che cosa può la Parola quando la si ascolta, la si contempla, la si ama, se ne fa ragione di vita. Ambrosianeum è felice di offrire ai proprio amici e al pubblico l’opportunità di una riflessione su questi temi, sulle opere del Maestro, su come i "sogni" di Chagall possono nutrire tutti noi, la vita della città, la presenza della Chiesa Ambrosiana».

Spiega Paolo Biscottini, direttore del Museo Diocesano di Milano e curatore della mostra “Chagall e la Bibbia”: «La forza creativa di Chagall ha un carattere esplosivo e si manifesta nella disseminazione di frammenti narrativi e simbolici che, nel loro insieme, acquistano valore iconico. La questione dell’immagine è fondamentale per comprendere la storia artistica di Chagall e in modo particolare quella connessa al messaggio biblico, dove la scissione dell’unità divina nel molteplice del mondo e degli individui offre un’interessante possibilità di connessione con il mistero della creazione e la sua specifica interpretazione chassidica, cui si deve l’idea che il mondo sia stato creato come un luogo di bellezza e grazia, destinate ad espandersi nei vari livelli dell’esistenza».

Info: Ambrosianeum (tel. 02.86464053; www.ambrosianeum.org; info@ambrosianeum.org); Museo Diocesano (tel. 02.89420019; www.museodiocesano.it; segreteria@museodiocesano.it)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi