Una nuova rassegna, a partire da documenti e pergamene, racconta la storia medievale dell'antica abbazia cistercense nella campagna di Abbiategrasso. Fino al prossimo 4 settembre.

Morimondo

Non sempre i documenti d’archivio consentono una ricostruzione del passato che sia narrazione di eventi tra loro connessi. Spesso infatti quelle fonti risultano tra loro isolate e quindi prive di conseguenza, uno scoordinamento dovuto alle vicende che interessarono l’archivio nel corso dei secoli, come distruzioni magari dolose, dispersioni per incuria e altro.

Così si presentano oggi anche le pergamene del monastero di Morimondo risalenti al Trecento: già il loro numero – 177 – fa pensare a un impoverimento rispetto alla documentazione che dovette essere stata prodotta in quel secolo, anche considerando che le pergamene superstiti risalenti al Duecento sono 266 e pure esse denunciano lacune.

Tuttavia anche un documento isolato restituisce comunque un’immagine, per quanto circoscritta, del passato. Potremmo dire un fotogramma. E se quell’immagine non può generare il movimento proprio della narrazione mancando altri fotogrammi ad essa prossimi, la visuale può essere allargata con la ricostruzione del più ampio contesto in cui era inserito quell’accadimento documentato dalla pergamena considerata.

E questa è l’impostazione della nuova esposizione presso l’abbazia di Morimondo, dal titolo “Il Trecento a Morimondo. Frammenti di storia”: partire da un documento per cercare di ricostruirgli attorno il suo contesto storico, in un gioco di specchi per cui gli elementi presenti nella pergamena presa in esame ne richiamano altri esterni e nel contempo vengono da questi ultimi richiamati e magari giustificati. “Frammenti di storia”, appunto, nel senso di frammenti che si cerca di ricondurre e ricomporre nel loro quadro storico.

La mostra è aperta fino al 4 settembre 2016 con i seguenti orari: domenica dalle 15:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30), giorni feriali solo per gruppi e su prenotazione. Possibilità di visite guidate su richiesta.

Per informazioni e prenotazioni contattare la segreteria, Fondazione Abbatia Sancte Marie de Morimundo: tel 02 9496 1919 dal lunedì al giovedì ore 9:00 – 12:00, e-mail: fondazione@abbaziamorimondo.it 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi