I "segreti" dei capolavori del maestro fiorentino raccontati da don Alberto Rocca, Dottore della Biblioteca Ambrosiana e curatore della mostra “Apocalittico Botticelli", in una serie di incontri: il primo avrà luogo sabato 26 novembre, dedicato alla «Natività mistica».

Si terrà sabato 26 novembre alle ore 14.30 nella Sala delle Accademie della Biblioteca Ambrosiana (Piazza Pio XI 2) il primo di una serie di appuntamenti di approfondimento, ad ingresso gratuito, promossi in occasione della mostra “Apocalittico Botticelli – La Madonna del Padiglione e la Natività mistica” in programma alla Pinacoteca Ambrosiana fino  al 3 febbraio 2012.

Alberto Rocca incontrerà i visitatori per svelare i segreti e le particolarità della “Madonna Mistica” che approda per la prima volta a Milano grazie ad uno scambio con la National Gallery di Londra che espone in questi giorni il “Ritratto di Musicodi Leonardo da Vinci che per la prima volta è uscito dai confini italiani. Esposta al fianco della “Madonna del Padiglione”, già parte della collezione milanese, la “Natività mistica” è l’unica opera del Filipepi firmata e con un chiaro riferimento al periodo storico in cui viene realizzata.   Sul dipinto si legge: “Questa pittura, sulla fine dell’anno 1500, durante i torbidi d’Italia, io, Alessandro, dipinsi nel mezzo del tempo dopo il tempo, secondo l’XI di san Giovanni nel secondo dolore dell’Apocalisse, nella liberazione di tre anni e mezzo del diavolo; poi sarà incatenato nel XII e lo vedremo [precipitato] come nel presente dipinto”.

La menzione dei non definiti torbidi d’Italia, del secondo dolore dell’Apocalisse, della lotta di Michele arcangelo e delle sue schiere contro il serpente antico conferisce a quest’opera un carattere particolare. Che cos’è accaduto al Botticelli della Nascita di Venere o della Primavera? Se è pur vero che anche le tematiche esplicitamente collegate alla tradizione classica erano interpretate da Botticelli in chiave fortemente cristiana, la frequente scelta di soggetti sacri della sua produzione tarda dice la volontà di distaccarsi dai temi paganeggianti delle opere precedenti; inoltre, lo stesso rifiuto delle rigorose regole prospettiche e, conseguentemente, delle proporzioni (la Vergine e il Bambino sono enormi rispetto agli altri personaggi) per un ritorno a quello che azzarderei chiamare un simbolismo gotico, ci dicono che qualcosa è davvero successo a Sandro Filipepi negli anni ‘90 del Quattrocento(dalla scheda di presentazione dell’opera).

L’opera Natività mistica è stata scelta dal Cardinale Angelo Scola come copertina della lettera di Natale che verrà consegnata nelle case dei milanesi durante le benedizioni natalizie e che secondo www.ibuk.it è in testa alla classifica dei libri più venduti. Il testo, intitolato “Natale: Egli è con noi qui ed ora. Lettera per la visita alle famiglie” è edita da ITL – Centro Ambrosiano.

I prossimi incontri di Alberto Rocca si terranno sabato 10 dicembre e sabato 17 dicembre alle ore 14.30 nella Sala delle Accademie.

 

Per informazioni: tel. 02.806921

“Apocalittico Botticelli”
La Madonna del Padiglione e la Natività Mistica
15 novembre 2011 – 5 febbraio 2012
Veneranda Biblioteca Ambrosiana (Piazza Pio XI, 2 – Milano)
Orari: Da Martedì a Domenica (Lunedì chiuso) dalle 10.00 alle 18.00

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi