Il 31 maggio la scadenza per iscriversi al primo concorso internazionale, organizzato dalla Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, da Casa Ricordi e dal Festival MITO nell'ambito delle celebrazioni per l'Anno Costantiniano.

Duomo Milano Musica

“Chi canta, prega due volte” amava dire Sant’Agostino. In effetti, la musica è da sempre il linguaggio più alto e universale con cui l’uomo cerca di comunicare con il Divino: una sensibilità che non si ferma a un gusto puramente estetico, ma che è molto di più.

Il Concorso, che ha come termine ultimo di iscrizione il 31 maggio 2013, è aperto ai compositori di tutto il mondo che nell’anno 2013 non abbiano compiuto i 40 anni di età e richiede la composizione di un brano di musica sacra per orchestra, soli e coro.

Il vincitore, oltre al riconoscimento di un premio in denaro, vedrà la partitura pubblicata da Casa Ricordi. La prima esecuzione mondiale del brano vincitore è prevista in occasione di un grande concerto il 18 settembre nel Duomo di Milano, con l’Orchestra e il Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi, diretti da Ruben Jais, nell’ambito della settima edizione del Festival MITO SettembreMusica.

La Giuria del Concorso, di alto profilo internazionale, è costituita da George Benjamin, Azio Corghi, Luis de Pablo, Fabio Vacchi, dal direttore artistico di MITO SettembreMusica Enzo Restagno e dal Maestro della Cappella Musicale del Duomo Don Claudio Burgio. Il nominativo del vincitore sarà reso pubblico entro la fine del mese di luglio.

«Il Concorso Internazionale di Composizione di Musica Sacra, attraverso il linguaggio della Fede e della Musica, ribadisce la centralità della Veneranda Fabbrica del Duomo e della sua produzione culturale all’interno dello spazio europeo» – sono le parole del Presidente della Veneranda Fabbrica, Prof. Angelo Caloia.

La musica, infatti, accompagna i grandi eventi della storia e della contemporaneità e, attraverso l’armonia, esprime un bisogno sociale di coralità. Chi scrive musica sacra oggi non può non partire dall’Editto di Costantino, segno universale di libertà per ogni persona, che scaturisce dalla forza del messaggio cristiano. È un segno forte della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano e della sua Cappella Musicale: da Franchino Gaffurio, Johann Christian Bach, Gianandrea Fioroni, Carlo Monza, Marziano Perosi a molti altri che hanno contribuito a rendere grande questa esperienza artistica, la vita della Cattedrale è accompagnata dalla voce del canto e dal suono del suo Grande Organo.

La Cappella Musicale del Duomo, la più antica scuola europea, sorta nel 1402,è attiva ininterrottamente da oltre sei secoli. La sua musica alimenta il Fondo Musicale del preziosissimo Archivio della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, un patrimonio che sarà reso interamente fruibile in tutta la sua bellezza con l’inaugurazione del riallestimento prevista per il 4 novembre 2013, con partiture e composizioni di straordinaria rarità, che ne fanno un unicum del panorama culturale di Milano e del mondo.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi