Si rinnova anche quest'anno, dal 7�all'11 settembre,�l'ormai atteso appuntamento a Villa Cagnola di Gazzada promosso dalla Fondazione Ambrosiana Paolo VI: sono infatti aperte le iscrizioni alla XXXII Settimana Europea che quest'anno tratta il tema della Storia Religiosa Euro-Mediterranea: «Imperi e popoli tra Cristianesimo e Islam»


Redazione

Si rinnova anche quest’anno l’ormai atteso appuntamento a Villa Cagnola di Gazzada promosso dalla Fondazione Ambrosiana Paolo VI in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e con il patronato della Regione Lombardia. Si sono infatti aperte le iscrizioni alla XXXII Settimana Europea che quest’anno tratta il tema della Storia Religiosa Euro-Mediterranea (I): da Costantinopoli al Caucaso. Imperi e popoli tra Cristianesimo e Islam.

L’argomento di quest’anno è di grande attualità in quanto pone l’accento sull’integrazione culturale tra realtà diverse ma aperte a una collaborazione concreta e produttiva. Il problema del dialogo e della convivenza pacifica tra culture diverse è diventato centrale nel contesto odierno della crisi di civiltà, legata alle problematiche della globalizzazione e in particolare dal crescente fenomeno delle migrazioni. Occorre sostenere, innanzitutto nelle nuove generazioni, la formazione di una nuova mentalità, fondata sull’incontro e sulla solidarietà tra le persone, anche attraverso una conoscenza più approfondita della loro storia e della loro cultura, al fine di costruire una reale integrazione all’insegna del rispetto reciproco.
I popoli del Mediterraneo sono al centro di cinque settimane in programma, di cui quella di quest’anno rappresenta il primo appuntamento. La storia del Mediterraneo è soprattutto la storia di quei popoli per i quali il mare ha rappresentato una via di comunicazione e allo stesso tempo un confine naturale che ha comportato anche discriminazione.
In quest’area si ripropone non solo il problema del rapporto sempre più ineludibile tra Cristianesimo e religioni storicamente limitrofe, come l’Islam e l’Ebraismo, ma anche la questione, per molti aspetti drammatica, dei processi migratori di massa, che caratterizzano il mutamento epocale in atto.

Il convegno è promosso in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e con il patronato della Regione Lombardia e propone un approfondimento dell’irradiazione del Cristianesimo orientale da Costantinopoli verso il Caucaso, evidenziando le conseguenze del dialettico rapporto all’interno del mondo cristiano tra Greci e Latini, gli sviluppi seguiti alla conquista islamica e le forme attualmente assunte dalla presenza cristiana in Turchia, in Georgia e, più in generale, nell’area caucasica.

Villa Cagnola di Gazzada ospiterà questo importante incontro che si svolgerà dal 7 all’ 11 settembre 2010 con la presenza di relatori di fama internazionale. Grazie alla collaborazione con la Fondazione Famiglia Legnanese vengono messi a disposizione 10 posti di partecipazione gratuita, comprensivi di vitto e alloggio, per universitari meritevoli, italiani ed esteri (domande – con dati personali, curriculum degli studi e attestato del professore universitario di riferimento – entro il 31 luglio). Per informazioni: Fondazione Ambrosiana Paolo VI, Villa Cagnola, 21045 Gazzada (VA), fapgazzada@tin.it, tel. 0332-462104.

Le domande di iscrizione al convegno dovranno pervenire entro il 25 agosto 2010 compilando la “scheda” scaricabile sul sito www.villacagnola.it o una lettera (con i dati personali e un recapito telefonico), indicando la frequenza come residente o pendolare. Il corso rientra nelle iniziative di formazione e aggiornamento dei docenti realizzate dalle Università e automaticamente riconosciute dall’Amministrazione scolastica, secondo la normativa vigente, e dà luogo – per insegnanti di ogni ordine e grado – agli effetti giuridici ed economici della partecipazione alle iniziative di formazione.

Segreteria Fondazione Ambrosiana Paolo VI Villa Cagnola – 21045 GAZZADA (Varese) tel. 0332.462.104 – fax 0332.463.463 e-mail: fapgazzada@tin.it www.chiesadimilano.it/villacagnola www.villacagnola.it Si rinnova anche quest’anno l’ormai atteso appuntamento a Villa Cagnola di Gazzada promosso dalla Fondazione Ambrosiana Paolo VI in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e con il patronato della Regione Lombardia. Si sono infatti aperte le iscrizioni alla XXXII Settimana Europea che quest’anno tratta il tema della Storia Religiosa Euro-Mediterranea (I): da Costantinopoli al Caucaso. Imperi e popoli tra Cristianesimo e Islam.L’argomento di quest’anno è di grande attualità in quanto pone l’accento sull’integrazione culturale tra realtà diverse ma aperte a una collaborazione concreta e produttiva. Il problema del dialogo e della convivenza pacifica tra culture diverse è diventato centrale nel contesto odierno della crisi di civiltà, legata alle problematiche della globalizzazione e in particolare dal crescente fenomeno delle migrazioni. Occorre sostenere, innanzitutto nelle nuove generazioni, la formazione di una nuova mentalità, fondata sull’incontro e sulla solidarietà tra le persone, anche attraverso una conoscenza più approfondita della loro storia e della loro cultura, al fine di costruire una reale integrazione all’insegna del rispetto reciproco.I popoli del Mediterraneo sono al centro di cinque settimane in programma, di cui quella di quest’anno rappresenta il primo appuntamento. La storia del Mediterraneo è soprattutto la storia di quei popoli per i quali il mare ha rappresentato una via di comunicazione e allo stesso tempo un confine naturale che ha comportato anche discriminazione.In quest’area si ripropone non solo il problema del rapporto sempre più ineludibile tra Cristianesimo e religioni storicamente limitrofe, come l’Islam e l’Ebraismo, ma anche la questione, per molti aspetti drammatica, dei processi migratori di massa, che caratterizzano il mutamento epocale in atto.Il convegno è promosso in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e con il patronato della Regione Lombardia e propone un approfondimento dell’irradiazione del Cristianesimo orientale da Costantinopoli verso il Caucaso, evidenziando le conseguenze del dialettico rapporto all’interno del mondo cristiano tra Greci e Latini, gli sviluppi seguiti alla conquista islamica e le forme attualmente assunte dalla presenza cristiana in Turchia, in Georgia e, più in generale, nell’area caucasica.Villa Cagnola di Gazzada ospiterà questo importante incontro che si svolgerà dal 7 all’ 11 settembre 2010 con la presenza di relatori di fama internazionale. Grazie alla collaborazione con la Fondazione Famiglia Legnanese vengono messi a disposizione 10 posti di partecipazione gratuita, comprensivi di vitto e alloggio, per universitari meritevoli, italiani ed esteri (domande – con dati personali, curriculum degli studi e attestato del professore universitario di riferimento – entro il 31 luglio). Per informazioni: Fondazione Ambrosiana Paolo VI, Villa Cagnola, 21045 Gazzada (VA), fapgazzada@tin.it, tel. 0332-462104.Le domande di iscrizione al convegno dovranno pervenire entro il 25 agosto 2010 compilando la “scheda” scaricabile sul sito www.villacagnola.it o una lettera (con i dati personali e un recapito telefonico), indicando la frequenza come residente o pendolare. Il corso rientra nelle iniziative di formazione e aggiornamento dei docenti realizzate dalle Università e automaticamente riconosciute dall’Amministrazione scolastica, secondo la normativa vigente, e dà luogo – per insegnanti di ogni ordine e grado – agli effetti giuridici ed economici della partecipazione alle iniziative di formazione.Segreteria Fondazione Ambrosiana Paolo VI Villa Cagnola – 21045 GAZZADA (Varese) tel. 0332.462.104 – fax 0332.463.463 e-mail: fapgazzada@tin.it www.chiesadimilano.it/villacagnola www.villacagnola.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi