Tra giugno e luglio musica sulle terrazze e tra le guglie, un progetto per il restauro architettonico e la vita culturale del Duomo

Carlo ROSSI
Redazione

Un vasto e articolato programma di iniziative culturali e musicali che vedono il Duomo protagonista. Si tratta di “Ascoltare la Cattedrale – il Duomo di Milano”, progetto – il cui direttore artistico è il professor Gianni Baratta – che mira a contribuire al restauro e alla manutenzione della Cattedrale promuovendo contemporaneamente la vita culturale della città. Istituzioni, aziende pubbliche e private, l’intero tessuto produttivo e commerciale cittadino sono chiamati a sostenere l’impegno per la salvaguardia del più importante simbolo della vita religiosa e sociale di Milano.
Il programma, affidato alla direzione del maestro Diego Montrone (direttore musicale dell’Orchestra per la Musica Sacra Accademia delle Opere), proporrà nell’arco dell’anno diversi concerti all’interno della Cattedrale, sul sagrato, nella chiesa di S. Maria Annunciata in Camposanto, nelle sale del Museo del Duomo e nella spettacolare cornice delle terrazze.
In particolare, nei mesi di giugno e luglio verrà realizzato un evento senza precedenti: Il Canto delle Guglie. Per la prima volta, grazie a uno speciale allestimento, sulle terrazze del Duomo, tra le guglie, verranno eseguiti cinque concerti dei Quattro Pezzi Sacri di Giuseppe Verdi (10, 17, 23 giugno – 1, 15 luglio). Un evento esclusivo, ma aperto ai cittadini: tra quanti si iscriveranno sul sito della Veneranda Fabbrica dal 26 maggio al 5 giugno verranno sorteggiati inviti per i concerti del 17, 23 giugno e 1, 15 luglio.
Nell’ambito del progetto, completamente incentrato sulla musica sacra, si darà vita al Concorso Internazionale per la Musica Sacra con esecuzioni pubbliche dei brani vincitori.
Il progetto verrà illustrato nel corso di una conferenza stampa in programma oggi, alle 11.30, nella Sala delle Colonne del Museo del Duomo (piazza Duomo 14). Saranno presenti il professor Angelo Caloia, presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo, il professor Gianni Baratta e il maestro Diego Montrone. Un vasto e articolato programma di iniziative culturali e musicali che vedono il Duomo protagonista. Si tratta di “Ascoltare la Cattedrale – il Duomo di Milano”, progetto – il cui direttore artistico è il professor Gianni Baratta – che mira a contribuire al restauro e alla manutenzione della Cattedrale promuovendo contemporaneamente la vita culturale della città. Istituzioni, aziende pubbliche e private, l’intero tessuto produttivo e commerciale cittadino sono chiamati a sostenere l’impegno per la salvaguardia del più importante simbolo della vita religiosa e sociale di Milano.Il programma, affidato alla direzione del maestro Diego Montrone (direttore musicale dell’Orchestra per la Musica Sacra Accademia delle Opere), proporrà nell’arco dell’anno diversi concerti all’interno della Cattedrale, sul sagrato, nella chiesa di S. Maria Annunciata in Camposanto, nelle sale del Museo del Duomo e nella spettacolare cornice delle terrazze.In particolare, nei mesi di giugno e luglio verrà realizzato un evento senza precedenti: Il Canto delle Guglie. Per la prima volta, grazie a uno speciale allestimento, sulle terrazze del Duomo, tra le guglie, verranno eseguiti cinque concerti dei Quattro Pezzi Sacri di Giuseppe Verdi (10, 17, 23 giugno – 1, 15 luglio). Un evento esclusivo, ma aperto ai cittadini: tra quanti si iscriveranno sul sito della Veneranda Fabbrica dal 26 maggio al 5 giugno verranno sorteggiati inviti per i concerti del 17, 23 giugno e 1, 15 luglio.Nell’ambito del progetto, completamente incentrato sulla musica sacra, si darà vita al Concorso Internazionale per la Musica Sacra con esecuzioni pubbliche dei brani vincitori.Il progetto verrà illustrato nel corso di una conferenza stampa in programma oggi, alle 11.30, nella Sala delle Colonne del Museo del Duomo (piazza Duomo 14). Saranno presenti il professor Angelo Caloia, presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo, il professor Gianni Baratta e il maestro Diego Montrone.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi