La questione sociale negli scritti del santo arcivescovo patrono di Milano: questo il tema del Dies Academicus della Classe di studi ambrosiani. Tavola rotonda fra studiosi ed esperti, con la prolusione di mons. Adriano Caprioli, vescovo emrito di Reggio Emilio.

ambrosiana

«Ambrogio e la questione sociale» è il tema del Dies Academicus 2016 della Classe di studi ambrosiani, in programma il 4 e il 5 aprile, presso la Biblioteca Ambrosiana (piazza Pio XI, 2 – Milano), nella Sala delle Accademie «Enrico Rodolfo Galbiati». In programma interventi e relazioni di esperti e studiosi.

Lunedì 4 aprile, alle ore 17.30, ci sarà la cerimonia di apertura con l’inaugurazione dell’Anno accademico. Dopo il saluto del presidente dell’Accademia, monsignor Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana, ci sarà la nomina dei nuovi Accademici della Classe di studi ambrosiani. Seguirà la prolusione di monsignor Adriano Caprioli, Vescovo emerito di Reggio Emilia – Guastalla: «Un vescovo di oggi rilegge il magistero di Ambrogio sulle questioni sociali».

Martedì 5 aprile, alle ore 9.30, sono in programma quattro relazioni, sulla situazione sociale nel IV secolo (e la lezione dello storico Santo Mazzarino a cento anni dalla nascita), le indicazioni ambrosiane sulla corretta elemosina, l’esercito e la società civile nell’Italia settentrionale all’epoca di Ambrogio, le dinamiche della rendita agraria nella seconda metà del IV secolo e la prospettiva di Ambrogio.

Nel pomeriggio, alle ore 14.30, ci saranno altri quattro interventi, su Ambrogio e la proprietà privata, il problema della schiavitù in Ambrogio tra difesa dell’ordine sociale e prassi ecclesiale, la spiritualità «santambrosiana» del ministro della Chiesa in ordine all’uso dei beni, la società milanese nel IV secolo sotto «uno sguardo archeologico».

Al termine della sessione pomeridiana, visita alla chiesa ipogea di San Sepolcro, sorta sull’antico foro di Milano.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi