L'Azienda di servizi alla persona Golgi Redaelli in occasione di Expo 2015 apre al pubblico il suo patrimonio storico artistico. Un'iniziativa in collaborazione con la Diocesi di Milano.

Archinto Golgi Redaelli

L’Azienda di Servizi alla Persona Golgi-Redaelli, protagonista della cura e della ricerca geriatrica in Lombardia ed erede del patrimonio storico e artistico degli antichi Luoghi Pii Elemosinieri di Milano ha predisposto un articolato programma di iniziative culturali che si svolgeranno fino a ottobre, durante i mesi di Expo Milano 2015, finalizzate a valorizzare la storia dell’Azienda e degli antichi Luoghi Pii

Elemosinieri, ma anche a far scoprire i suoi preziosi beni artistici e archivistici.

Attraverso incontri e conferenze a tema con esperti e studiosi, visite guidate a Palazzo Archinto e a luoghi della città e mostre di documenti, sarà possibile far conoscere a un più ampio pubblico quello che per secoli è stato conosciuto popolarmente come “il patrimonio dei poveri”.

Le attività avranno inizio a partire da sabato 18 aprile 2015, quando l’Azienda aprirà per la prima volta le porte della sua sede centrale di via Olmetto 6, per accogliere un mercatino del tutto particolare: presso il cortile del settecentesco Palazzo Archinto, nel corso della giornata, dalle ore 10 alle ore 19, sarà possibile infatti gustare e acquistare i prodotti genuini provenienti da alcune delle cascine di proprietà dell’ASP Golgi-Redaelli. Forse non tutti sanno che fin dal medioevo i Luoghi Pii Elemosinieri, di cui l’ASP Golgi-Redaelli è erede, oltre a fornire assistenza ai bisognosi, offrivano ai poveri di Milano anche generi di conforto costituiti in primo luogo da pane, vino e altri generi alimentari, prodotti in larga parte dalle cascine di proprietà lasciate in eredità all’Ente da generosi benefattori, secondo una tradizione a quei tempi molto diffusa in Lombardia.

Per l’occasione, a partire dal prossimo mese di maggio saranno posizionati pannelli storici illustrati sulle seguenti cascine dell’Azienda: Bonate (Siziano), Cantalupo (San Giuliano Milanese), Misericordia (Bellinzago Lombardo), Montano (Gaggiano), Tavernasco (Noviglio), Trognano (Bascapè), Zunico (Carpiano); sono state inoltre programmate visite guidate presso alcune delle citate aziende agricole, con la possibilità di degustare in loco i prodotti alimentari provenienti dalle stesse cascine.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi