Fino al 30 luglio al Centro espositivo Monsignor Pasquale Macchi la mostra «Terra Madre». Anche in agosto visite guidate al Museo Baroffio e gli aperitivi del venerdì sera a Casa Pogliaghi

museo-baroffio
Il Museo Baroffio

Museo Baroffio, Casa Pogliaghi e Centro espositivo Monsignor Pasquale Macchi: sono aperti anche d’estate i musei del Sacro Monte di Varese.

Scrigno d’arte posto accanto al Santuario in piazzetta Monastero, il Museo Baroffio unisce alla straordinaria collezione storico-artistica di Santa Maria del Monte la raccolta di dipinti di Giuseppe Baroffio Dall’Aglio e una sezione d’arte del Novecento, nata con l’ultimo complessivo restauro. L’articolazione interna si muove su tre piani, in un percorso variato e sorprendente: luminose sale dell’edificio novecentesco si alternano a piccole suggestive stanze, che corrono nascoste sotto al Santuario, con resti di affreschi quattrocenteschi. La visita consente di scoprire la storia del Sacro Monte, con autentici capolavori dell’arte lombarda, dal Medioevo al Settecento (non solo dipinti, ma anche miniature, disegni, sculture, ceramiche, monete, tessuti e ricami) e contemporaneamente di volare lontano, sulla scia dei tanti dipinti fiamminghi e olandesi donati dal Baroffio, o verso alcuni protagonisti dell’arte europea del Novecento, come Henri Matisse e Georges Rouault. Ingresso: 5 euro biglietto intero, 3 euro ridotto; 12 euro biglietto cumulativo che permette la visita a Casa museo Lodovico Pogliaghi, Baroffio e Cripta, e ha validità di sei mesi. Orari di apertura (da marzo a novembre): mercoledì-venerdì 14-18; sabato, domenica e festivi 10-18 (info: tel. 0332.212042; info@museobaroffio.it).

Lavorando al restauro delle cappelle del Sacro Monte di Varese, il pittore, scultore e architetto Lodovico Pogliaghi (Milano, 1857 – Varese, 1950) rimase stregato dalla tranquillità e dalla bellezza di questi luoghi. A partire dal 1885 decise di acquistare vari terreni attigui, sui quali iniziò a costruire la villa che concepì come ritiro, laboratorio e mostra permanente della sua collezione d’arte. Casa Pogliaghi (via Beata Giuliana 5, ingresso da via del Santuario), oggi di proprietà della Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano, è aperta come museo (da metà marzo a metà novembre) sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 18, da giugno ad agosto anche il venerdì sera dalle 18.30 alle 22.30 (ingresso: biglietto intero 5 euro; ridotto 3 euro). Fino alla fine di agosto, tutti i venerdì sera dalle 18.30 alle 22.30, continuano gli «Aperitivi al Museo». Come negli anni passati, in occasione delle aperture serali sarà possibile accedere alla casa-museo con visita guidata e gustare un ottimo aperitivo sullo splendido terrazzo del rustico di Casa Pogliaghi, dal quale si gode di una meravigliosa vista sul Sacro Monte e su Varese. Costi: 15 euro (ingresso, visita guidata, aperitivo compreso); prenotazioni (fino a esaurimento posti): tel. 366.4774873; info@casamuseopogliaghi.it.

Alla Prima Cappella lungo la salita al Sacro Monte, il Centro espositivo Monsignor Pasquale Macchi fornisce servizi di accoglienza (materiale informativo, prenotazione itinerari guidati, sala video e conferenza) ai pellegrini e ai visitatori. Inoltre ospita un percorso espositivo su due livelli. Fino al 30 luglio è allestita la mostra dell’artista Raffaella Surian, «Terra Madre», organizzata dalla Fondazione Paolo VI per il Sacro Monte di Varese e curata dall’architetto Carlo Capponi; aperta sabato, domenica e festivi, dalle 9 alle 16 (ingresso libero; info: info@sacromontedivarese.it).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi