Luca Frigerio, giornalista e scrittore, autore di un nuovo libro sul grande maestro olandese, illustrerà i suoi capolavori in un incontro a Gazzada, alle porte di Varese. Per conoscere il mondo, l'arte e la fede tra Quattro e Cinquecento, dalla scoperta dell'America alla vigilia della Riforma di Lutero.

Hieronymus Bosch resta un mistero.

Ammirato, copiato, citato, ma forse mai veramente capito.

Sappiamo poco della sua vita, e quasi nulla delle cose che contano sul serio. Ma le opere a lui attribuite sono considerate tra le più grandi della storia dell’arte. Come i Trittici che Luca Frigerio presenta nel suo nuovo libro: Bosch. Uomini, Angeli, Demoni (Àncora Editrice, 340 pagine, 39.90 euro). Capolavori che soltanto un artista geniale può aver concepito.

Un uomo straordinario, ma dalla vita normale. Un tranquillo borghese della provincia olandese che, nel chiuso della sua bottega, poteva forse dare sfogo alla sua vera natura inquieta, mischiando sulla tavolozza colori e zolfo, lasciando che i demoni che aveva dentro si dipingessero come da sé…

Quel che è certo, è che Bosch, contemporaneo di Leonardo da Vinci e di Cristoforo Colombo, di Lutero come di Copernico, è stato il testimone acuto di un mondo in profonda trasformazione, dove gli orizzonti geografici, culturali e religiosi andavano dilatandosi come in una vertigine. Capace di vedere nella profondità del cuore dei suoi simili, di capirne le paure e le speranze, quelle di ieri che poi sono le stesse di oggi. Dando loro volto e forma, figura e sostanza.

Così che osservare i suoi dipinti è un po’ come guardarci allo specchio.

La straordinaria arte di Bosch e il suo mondo visionario, tra cielo e terrà, sarà al centro di un incontro che lo stesso Luca Frigerio propone domenica 4 marzo, alle ore 17.30, nella suggestiva cornice di Villa Cagnola a Gazzada (Varese). Ingresso gratuito.
A seguire è possibile fermarsi per una cena a buffet (18 euro a persona, con prenotazione obbligatoria: tel. 0332.461304, www.villacagnola.it)

Ingresso libero. Per informazioni e per contattare il relatore: cell. 349.8526032.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi