4950 - per_appuntamenti
Redazione Diocesi

I valdesi sono cristiani che si ispirano a Pietro Valdo, un mercante di Lione del XII secolo, che fece scelta di povertà contro le ricchezze e i poteri della Chiesa medievale.

Nel 1532, in occasione del Sinodo di Chanforan (in Piemonte), i valdesi aderirono alla riforma ed entrarono a far parte delle chiese protestanti.
Nel XIX secolo, per compiere l’evangelizzazione, si diffusero in tutta la penisola e, mediante l’emigrazione, raggiunsero anche le Americhe dove sono tutt’ora presenti. La Chiesa valdese è una chiesa riformata di impianto calvinista.

Il teologo Giovanni Calvino (1509-64) sviluppò la dottrina di Lutero privandola di ogni traccia di misticismo e di quietismo.
Recentemente la chiesa valdese in Italia ha firmato un patto con la chiesa evangelica metodista e le chiese battiste.
Queste diverse chiese, pur conservando ciascuna la propria identità, fanno capo al Sinodo e alla Tavola valdese e gestiscono in comune i momenti essenziali della loro vita ecclesiale.

Oggi circa la metà dei valdesi italiani è concentrata nelle cosiddette “Valli valdesi” del Piemonte, mentre il resto è sparso in tutta Italia, soprattutto nelle grandi città.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi