Raccolta straordinaria di generi alimentari per l’Avvento proposta dai giovani della Comunità pastorale San Carlo Borromeo

avete_fatto_a_me

Una scritta, «L’avete fatto a me». Realizzata con pacchi di pasta, bottiglie di olio, confezioni di latte, scatolette di tonno, barattoli di conserve. Questo il logo immediatamente riconoscibile che i giovani delle parrocchie della Comunità pastorale San Carlo Borromeo di Abbiategrasso hanno scelto per l’iniziativa caritativa per l’Avvento 2013. Un’iniziativa che per una volta va al di là della raccolta di fondi da destinare a specifici progetti. E che si allarga alla città.
Una colletta straordinaria di generi alimentari, realizzata in collaborazione con i volontari abbiatensi del Banco alimentare, da destinare al Centro di ascolto cittadino della Caritas che poi li distribuirà alle famiglie bisognose. Perché le scorte si stanno sempre più assottigliando, mentre la domanda di aiuti aumenta. La crisi economica ha moltiplicato le situazioni di indigenza: gli ultimi dati diffusi dall’Istat dicono che nel 2012 in Italia il 12,7% delle famiglie, che vuol dire 3 milioni e 232 mila persone, viveva in situazione di povertà relativa, mentre il 6,8%, ben un milione e 725 mila persone, in condizioni di povertà assoluta.
Ecco allora la proposta che coinvolge tutta la comunità cristiana, dai ragazzi agli adulti. Una raccolta porta-a-porta che inizierà con un volantinaggio capillare: ogni famiglia riceverà un volantino con le indicazioni per la raccolta (giorno, ora, generi alimentari che verranno ritirati). Il ritiro dei generi alimentari (latte a lunga conservazione, pasta, riso, olio, zucchero, cibo in scatola come carne, tonno…) avverrà dal 2 al 13 dicembre.
Città divisa in otto zone. Il 2 dicembre si parte da Castelletto, il 3 e il 4 raccolta nelle vie della parrocchia del Sacro Cuore (il 3 in zona Folletta, il 4 nel resto del quartiere). Gli altri giorni raccolta nella parrocchia di Santa Maria Nuova: il 5 dicembre in zona San Gaetano, il 6 nel centro storico, il 9 e il 10 in zona Fiera, l’11 nelle zone Gennara ed Ertos, il 12 e il 13 in zona Sforza. La fascia oraria è quella serale, dalle 18 alle 21: adolescenti e giovani passeranno di casa in casa muniti di distintivo di riconoscimento.
Il cibo sarà portato nei centri di raccolta allestiti presso gli oratori: qui, negli stessi orari e negli stessi giorni (il 2 dicembre a Castelletto, il 3 e il 4 al Sacro Cuore, dal 5 al 13 in San Gaetano), sarà possibile anche consegnare direttamente il cibo. Negli oratori i ragazzi e i giovani si stanno già mobilitando. Tutte le persone che vogliono unirsi e dare una mano alla raccolta possono presentarsi alle 18 nell’oratorio della zona interessata quel giorno dalla raccolta.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi