Redazione

Lo scorso ottobre si sono concluse le celebrazioni per il 50° anniversario della scomparsa di Lorenzo Perosi, il più celebre maestro della Cappella Sistina degli ultimi tre secoli, che seppe unire la più pura tradizione vocale della musica liturgica in stile severo a composizioni oratoriali accompagnate da grande orchestra.

Il suo capolavoro assoluto resta Il Natale del Redentore, un grande affresco musicale diviso in due parti: L’Annunciazione e La Natività. Il Natale del Redentore necessita di un grande organico vocale e strumentale, con sezioni solistiche pregevoli, intermezzi sinfonici di grande effetto e soprattutto interventi corali di rara bellezza, che spaziano dallo stile severo “a cappella” sino alle fughe vocali-strumentali.

Il Natale del Redentore viene proposto nell’ambito della 22ª stagione concertistica “La musica sacra nella concezione ecumenica: la tradizione musicale ebraica, e cristiano-cattolica, ortodossa, e protestante”, organizzata dall’associazione musicale Harmonia Gentium di Lecco.

Per l’occasione Harmonia Gentium ha riunito una compagine che globalmente conta oltre 200 esecutori, facendo partecipi i più ragguardevoli complessi corali della città e della provincia di Lecco, congiunti sotto la denominazione di Coro Sinfonico di Lecco, i quali con grande passione si sono resi disponibili alla realizzazione di questo straordinario oratorio.

Il prossimo concerto è fissato per il 28 dicembre a Lecco, alle 21, nello splendido scenario della Basilica di San Nicolò.

Info: info@harmoniagentium.it – www.harmoniagentium.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi