Due serate organizzate dalla Comunità Pastorale Sant’Agostino di Sesto Calende e quattro giornate di esercizi spirituali

esercizi spirituali

La Comunità Pastorale Sant’Agostino di Sesto Calende propone una serie di appuntamenti culturali e religiosi, in occasione della Quaresima.

A partire da giovedì 3 marzo alle 20.45,presso la Sala Giovanni XXIII della Parrocchia di San Bernardino, prenderà il via una serie degli incontri sulle opere di misericordia corporale con una serata dal titolo “Avevo fame e mi avete dato da mangiare: il ristorante Ruben”. Intervengono l’ing. GIUSEPPE ORSI, già Amministratore Delegato di Agusta Westland e del Gruppo Finmeccanica, componente del consiglio di Amministrazione della Fondazione Pellegrini onlus e il Dott. CHRISTIAN UCCELLATORE, educatore, coordinatore pedagogico di progetti per genitori, minori e famiglie, responsabile del progetto Ruben della Fondazione Pellegrini onlus

Il ristorante Ruben è attivo a Milano dal novembre 2014, grazie all’impegno della Fondazione Pellegrini onlus, voluta dal Cavaliere del Lavoro Ernesto Pellegrini, fondatore della omonima società di ristorazione collettiva. Racconta Pellegrini: “Ruben era un uomo che lavorava nella cascina dei miei genitori, vicino a Milano. Gli ero molto affezionato. Un giorno non riuscì più ad ottenere l’alloggio in una casa popolare, andò a vivere in una baracca e una notte d’inverno morì assiderato. Un giornale raccontò la sua vicenda definendolo un barbone. Ma lui non era un clochard, ma un gran lavoratore che era stato sfortunato. Volevo ricordarlo e ho deciso di intitolare a lui questo spazio”.
Cenare da Ruben costa un euro, per i ragazzi sotto i 16 anni è gratis. Si può scegliere tra diversi menù. Non si tratta della classica mensa per i poveri, ma di un luogo pensato per coloro a cui la crisi economica ha stravolto la vita: padri separati, gente che ha perso il lavoro, non riesce a ritrovarlo e non può più a vivere la vita dignitosa di un tempo. Uomini e donne che non hanno una storia di povertà alle spalle e per questo si vergognano a chiedere aiuto. Il locale può ospitare fino a 500 persone. Da lunedì a sabato, si alternano due turni di cena: dalle 19 alle 19.45 e poi fino alle 20.30. Per accedervi bisogna rivolgersi alle realtà che fanno rete con la Fondazione Pellegrini: Centri di ascolto delle parrocchie, la Caritas Ambrosiana e le associazioni del territorio. Ai tavoli, danno una mano volontari di tutte le età. Tutto è curato nei minimi dettagli, per far capire che una momentanea difficoltà non deve stravolgere gusti e abitudini delle persone.
Ruben vuole essere un modello di solidarietà innovativo, in cui l’imprenditore mette a disposizione non solo parte del proprio capitale, ma anche la propria professionalità.
“Ricevo lettere di persone disperate che mi chiedono lavoro, leggo storie che fanno venire i brividi – racconta Ernesto Pellegrini – Per una vita mi sono occupato di mense e ristorazione, ho semplicemente pensato che questo potesse essere il modo più efficace per aiutare gli altri”.
Con il Ristorante Ruben si è voluto unire con un filo tangibile l’idea cristiana dell’amore per il prossimo nella sua integrità di persona e l’offerta di nutrimento al corpo e ristoro all’anima.

Mercoledì 9 marzo alle 18, in Sala Consiliare del Municipio di Sesto Calende, suor Gloria Riva “legge” l’abbazia di San Donato.
Suor Maria Gloria Riva (nata a Monza nel 1959) entra nel 1984 tra le Adoratrici Perpetue del Santissimo Sacramento, congregazione che si ispira alla spiritualità della Beata Maria Maddalena dell’Incarnazione. In seguito, accanto alla sua passione per l’arte, coltiva lo studio della Sacra Scrittura e degli scritti dei Padri della Chiesa. Nel 2007 ha fondato nella località di Pietrarubbia (provincia di Pesaro e Urbino, Diocesi di San Marino e Montefeltro) il Monastero di clausura di San Lazzaro e Santa Maria Maddalena. Esso ospita attualmente dieci Suore, che – oltre all’adorazione eucaristica – curano un centro di spiritualità per la diffusione della bellezza. La Comunità ha ricevuto l’approvazione diocesana nel 2009. Fra i volumi pubblicati da Suor Gloria Riva, si citano i seguenti: La Messa nell’Arte (2005), un DVD sulla Cena di Leonardo da Vinci dal titolo: Il Codice dell’Amore (2005); L’Agnello Mistico e san Paolo nell’Arte; Nell’Arte lo stupore di una Presenza (2005); Frammenti di Bellezza (2006); Testimoni del Mistero, quadri sul Vangelo di Luca (2006); Volti e Stupore, uomini feriti dalla bellezza (2007); Mendicanti di Bellezza. Con il giornalista Andrea Pamparana ha scritto il libro intervista: Una suora per Amico (Editrice Ancora).
Collabora con alcuni quotidiani e riviste e, in particolare, con il sito www.culturacattolica.it. Nel 2011 partecipa come consulente storico alla realizzazione del film: Il Cantico di Maddalena, sulla vita della Beata Maria Maddalena dell’Incarnazione, diretto da Mauro Campiotti.

Dal 7 al 10 marzo 2016, nella chiesa di San Bernardino, alle ore 15.00 e alle ore 21.00:
ESERCIZI SPIRITUALI GUIDATI DA SUOR GLORIA RIVA SUL TEMA: LA MISERICORDIA TRA ARTE E VANGELO

Questi i temi delle meditazioni:
–    Lunedì 7 marzo: Il codice dell’amore: il Cenacolo di Leonardo
–    Martedì 8 marzo: Il buon samaritano in Van Gogh, Delacroix, Caravaggio
–    Mercoledì 9 marzo: Il figliol prodigo in Rembrandt, Chagall, De Chirico
–    Giovedì 10 marzo: La Madonna della Misericordia in vari autori

In allegato il volantino degli esercizi.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi