Le iniziative dei più piccoli delle scuole parrocchiali per prepararsi al Santo Natale, ispirandosi alla vita dei Santi

Giuliana Negroni
Coordinatrice

christmas-crib-figures-1060

Le parrocchie della città di San Giuliano milanese si stanno avviando alla costituzione della Comunità Pastorale prevista per ottobre 2019.
In questo cammino di preparazione sono coinvolte anche le due scuole dell’infanzia parrocchiali presenti in città sotto la guida di un unico gestore, don Luca Violoni, Prevosto e decano e sotto la direzione di un’unica coordinatrice .
Nel processo di condivisione della proposta formativa già avviato dalle scuole (per esempio con gli incontri di formazione per i genitori) si inseriscono anche altre iniziative didattiche e aggregative ( feste, uscite sul territorio, manifestazioni).
In prossimità del Natale le scuole hanno lavorato insieme nella preparazione di un bellissimo presepe ispirandosi alla programma didattica: il viaggio nel profondo delle nostre emozioni (Scuola San Francesco) e il viaggio da un continente all’altro (Scuola Infanzia Brivio) che ci condurranno a scoprire l’unicità di ogni essere umano e la pari dignità di tutti gli uomini perché voluti e creati come figli di Dio.

Ad arricchire le programmazioni quest’anno sono le riflessioni suggerite da Papa Francesco sulla universale chiamata alla santità che i bambini hanno reso visibile nell’allestimento dell’albero di Natale addobbato di tanti santi tra una molteplicità di angeli.
Le vite dei santi saranno approfondite dei bambini perché esempi di virtù cristiana concretizzata nella quotidianità umana. A completamento del cammino di avvento ci saranno le due feste di Natale, sabato 22 dicembre nella parrocchia di S.Maria in Zivido e domenica 23 dicembre nel pomeriggio nella parrocchia di San Marziano. I bambini inviteranno i genitori a un’ora di riflessione in musica sul significato dell’incontro con Gesù: a quell’incontro con colui che nasce, muore e risorge per umanità e che è fonte per tutti noi di una grande gioia.
Lo faremo nella scia dei tre re Magi, come ha ampiamente spiegato anche don Luca nella sua ultima produzione letteraria “La notte dei Magi” e che ha ispirato la preparazione dei due momenti previsti per le feste.
Il concerto di domenica 16 a Sesto Ulteriano ha vantato anche una presenza molto gradita: quella di una rappresentanza del coro della polizia penitenziaria del carcere di Opera, che ha promosso, su iniziativa del comandante di reparto, Amerigo Fusco, una raccolta fondi pro Istituto dei Tumori riproponendo, con un video girato nella bellissima Abbazia di Viboldone un brano musicale famoso di Celentano.
Non è un caso la loro presenza: sarà l’occasione infatti per un ringraziamento a don Antonio Loi che concluderà a fine dicembre il suo incarico di cappellano del carcere di opera dopo ben 15 anni di instancabile servizio prestato ai reclusi .

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi