Due serate, organizzate dal Centro Sociale e Culturale G Lazzati, sul tema “Quando l’amore degenera: la violenza in famiglia” con due esperte del settore, conoscitrici, oltre che della materia, della situazione della nostra zona

violenza-donne

Nell’ambito dell’iniziativa “Famiglia al Centro”, il Centro Sociale e Culturale G Lazzati di Osnago (Lc) intende offrire un momento di riflessione sui maltrattamenti in famiglia. Per tale motivo ha organizzato due serate sul tema “Quando l’amore degenera: la violenza in famiglia” con due esperte del settore, conoscitrici, oltre che della materia, della situazione della nostra zona.

Primo incontro: “Se questo è amore…” – 14 febbraio 

Sarà tenuto dalla dott.ssa Maria Grazia Galli, coordinatrice dell’Ufficio Tutela Minori di Retesalute dell’ambito del Distretto di Merate, la quale ci illustrerà sinteticamente il fenomeno attraverso alcuni dati afferenti il nostro territorio. Esplorerà, poi, il concetto di violenza nelle sue varie sfaccettature, attraverso un approccio che da un lato rappresenti come la violenza è a tutti gli effetti uno svantaggio corrosivo, perché agisce sull’indebolimento dei fattori protettivi e sui cosiddetti tutori della resilienza quali famiglia, scuola, società, e dall’altro come sia possibile rintracciare aspetti di prevenzione a partire dal concreto e dal quotidiano, educando a casa e a scuola, attivando le risorse definite “capacitanti”, in primis nei bambini perché diventino giovani adulti rispettosi e rispettati.

Secondo incontro: “Nessuno amore… vale la tua vita!” – 21 febbraio 

Avrà come conduttrice la psicologa dott.ssa Raffaella Conconi e ci illustrerà in particolare le dinamiche psicologiche sottese alla violenza all’interno della coppia/famiglia, che spesso ricadono e coinvolgono i figli presenti nel nucleo. Se infatti il maltrattamento, che si attiva all’interno di una famiglia, ha spesso origine dalle storie vissute dai suoi componenti, pare importante conoscere cosa sia accaduto nel passato per comprendere il presente e farvi fronte in termini protettivi oltre che preventivi

Come negli anni scorsi, in collaborazione con il Gruppo Cinema del Centro Parrocchiale di Osnago, il giorno 26 febbraio 2020 ci sarà la proiezione di un film inserito tra i due incontri, il cui titolo è “Ti do i miei occhi” di Icìar Bollaìn, permetterà di accostarci al tema utilizzando il linguaggio cinematografico.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi