Giovedì 28 febbraio a Magenta suor Katia Roncalli spiegherà l’appuntamento che attende la Comunità Pastorale, che ospiterà i giovani del Capitolo della Fraternità “Evangelii Gaudium”

423943_269548043119570_1536
Suor Katia Roncalli

“Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro”. Così Gesù benediva la fraternità, spirituale e concreta. Lo stesso San Francesco, parlando di fraternità, intendeva la famiglia religiosa creata per raccogliere fratelli e sorelle. Con lo stesso spirito Magenta ospiterà il Capitolo della Fraternità “Evangelii Gaudium”, da giovedì 25 a domenica 28 aprile. Un appuntamento di tre giorni che raccoglierà centinaia di giovani che arriveranno nella Comunità a pregare, a riflettere e a vivere in fraternità.
Giovedì 28 febbraio, alle ore 20.45, al Centro San Paolo VI suor Katia Roncalli, coordinatrice del Capitolo, terrà un incontro preparatorio. Un’occasione da vivere come un dono.

«È stata chiesta alla nostra Comunità Pastorale la disponibilità di ospitare il Capitolo della Fraternità “Evangelii Gaudium”, in aprile. Lo facciamo con gioia. È da vivere come un dono, come un’occasione dove giovani, alcuni dei quali sposati con bimbi, si troveranno a pregare, a riflettere e a vivere in fraternità», racconta don Giuseppe Marinoni, parroco della Comunità.

Perché questo incontro?
«Per aprire mente e cuore, per lasciarci toccare dalle domande con le quali la storia presente scuote la nostra fede e le nostre speranze. Ci incontriamo perché da soli siamo deboli, insieme siamo Chiesa, Casa di fraternità, Popolo di molti popoli alla ricerca della pace e della giustizia. Tutti si sentano invitati. È una bella occasione, non perdiamola».

Cos’è il Capitolo della Fraternità “Evangelii Gaudium”?
Capitolo è il nome che San Francesco diede al ritrovo di fratelli e sorelle per riflettere e fare il punto del cammino. Ottenuto dall’abate del monte Subasio il luogo della Porziuncola, stabilì che due volte l’anno venisse celebrato un “Capitolo”. Era l’occasione per far convergere in uno stesso luogo alcune migliaia di frati i quali, non avendo dimore dove alloggiare, si accampavano nelle capanne fatte di stuoie costruite attorno alla Porziuncola. Raccontano i Frati Minori dell’Umbria che “lo spettacolo doveva essere percepito dagli abitanti del luogo come un momento straordinario di gioia e di ristoro dello spirito. Una fraternità che si apre a tutti gli uomini”.
Con questo stesso spirito è nato il Capitolo della Fraternità “Evangelii Gaudium”, che raccoglie giovani accomunati dalla Fede. Da San Francesco a Papa Francesco, il legame è contenuto in quel “Evangelii Gaudium”, titolo dell’esortazione apostolica del pontefice che promuove la Chiesa in uscita, missionaria, aperta all’incontro del prossimo ed è il punto di riferimento della pastorale ecclesiale oggi. Ed è in Assisi che è nata quest’associazione apostolica di consacrati, laici e coniugati, che vivono il carisma di S. Francesco, evangelico e gioioso, nello spirito di perfetta letizia e di missionarietà. Suor Katia Roncalli guida questo Capitolo della Fraternità. Una volta l’anno organizzano un incontro di riflessione, di rilancio del cammino.

Perché Magenta?
«Magenta è stata scelta perché ci sono alcuni componenti della Comunità Pastorale ne fanno parte e si sono prodigati perché qui potesse esserci luogo e occasione per l’appuntamento», spiega lo stesso don Giuseppe. «Sarà come aprire le porte a una ventata di spirito serafico francescano che ci avvolge».

Saranno previsti momenti aperti a tutti da vivere pienamente. Uno tra questi la S. Messa conclusiva di domenica 28 aprile alle 10.30 in basilica cui già oggi tutti siamo invitati.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi