Partiti oggi da Magenta più di 120 persone, tra giovani tedofori e staff organizzativo, per la tradizionale fiaccolata che mette al centro il confine e i temi della migrazione e dell’incontro della relazione

magenta

Sono partiti il 4 settembre alla volta di Ventimiglia (Imperia) una folta rappresentanza di giovani e non solo della Comunità Pastorale di Magenta per la Fiaccolata degli Oratori 2019. Più di 120 persone hanno voluto partecipare: 87 tedofori e 43 adulti dello staff per il supporto logistico. Sì perché, oltre a coloro che saranno impegnati a portare la torcia simbolica ci saranno autisti, motociclisti, ciclisti, cucina, fotografi e addetti al pronto soccorso.
Meta e partenza fissata è la cittadina ligure, da cui partirà la fiaccola: i giovani tedofori copriranno 350 chilometri e a dare supporto saranno impegnati 13 pulmini a 9 posti, 2 furgoni, 3 macchine, 6 moto e 10 bici.
Dopo il pernottamento a Molini di Triora (mercoledì/giovedì), la compagine giovanile della Comunità pastorale magentina sosterà per la notte a Cairo Montenotte (Savona) e Mornese (Alessandria).
Perché proprio Ventimiglia? Perché è un luogo di confine dell’Italia. Infatti, la frontiera di Ventimiglia è sempre stato uno dei punti delicati del nostro Paese sia per le varie attività commerciali sia per tutti i migranti che invano cercavano di passare in Francia. “Lì ascolteremo la testimonianza del vescovo che attraverso la Caritas e gli spazi della Curia sono stati protagonisti dell’assistenza di chi era bloccato sul confine”, spiega i rappresentanti dello staff della Fiaccolata.
Ma l’importanza del confine è soprattutto in quanto luogo dell’incontro tra due paesi, ma anche tra persone e culture differenti. “Con i ragazzi rifletteremo soprattutto sui nostri confini, sulle nostre relazioni e sui nostri incontri soprattutto nell’ambiente dell’oratorio”, spiegano.

L’arrivo della Fiaccola è previsto a Magenta sabato 7 settembre, per poi compiere il giro delle cinque parrocchie e accendere in ognuno un braciere che darà poi inizio a tutte le attività dell’anno oratoriano.
Tutti sono invitati a seguire il gruppo in bicicletta partendo dall’oratorio di Santi Carlo e Luigi in Ponte Vecchio, alle ore 20.10 e a seguire:
• ore 20.40 San Giovanni B. e San Girolamo E.;
• ore 21.00 Sacra Famiglia
• ore 21.20 San Martino
• ore 21.40 San Giuseppe in Pontenuovo con buffet per tutti.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi