Oltre ai personaggi del presepe vivente fra i figuranti del corteo ce ne sarà uno che ricoprirà un ruolo di rilievo: si tratta di Artabano, il “quarto Re Magio” di un'antica leggenda che, in tre tappe lungo il percorso, compirà tre opere di misericordia

Il tema della misericordia, che in quest’Anno Santo ha caratterizzato il percorso dell’Avvento e del Natale della Parrocchia di Borsano, modellerà anche il tradizionale corteo dei magi che, la sera del 5 gennaio prossimo, prenderà avvio alle ore 21 da Via XXIV Maggio, nei pressi dell’asilo nido “Ferrario”.
Oltre ai personaggi del presepe vivente, infatti, fra i figuranti  del corteo ce ne sarà uno che ricoprirà un ruolo di rilievo nell’affrontare questo tema in ambiti concreti del nostro “QUI e ORA”.
Si tratta di Artabano, il “quarto Re Magio”di un’antica leggenda che, in tre tappe lungo il percorso, compirà tre opere di misericordia, frutto di quell’Amore gratuito, traboccante e sempre accogliente che assume le difficoltà, i problemi, le sofferenze di ogni altro e se ne prende cura.
Nello specifico l’ “altro” che incontrerà la misericordia del Quarto Re sarà prima un senza-tetto, poi un gruppo di profughi e, in ultimo, i bambini di alcune case-famiglia, fra cui quelli di Oituz, in Romania ( dove ora opera Suor Tereza, una religiosa che, negli scorsi anni, tanto ha dato alla Comunità di Borsano).
A questo punto saranno coinvolti tutti i bambini della Parrocchia che, per loro, porteranno in dono calzine, ciabattine, pigiamini, pastelli, album da disegno…
Artabano giungerà in chiesa  a mani vuote perchè avrà dato tutto per aiutare chi aveva bisogno ma il vuoto delle sue mani sarà colmato dall’immagine di Gesù Bambino che gli verrà consegnata, simbolo dell’Amore più grande che sempre riempie chi sa svuotarsi nel dono di sé.
Alla fine della Messa Artabano trasmetterà il MANDATO della MISERICORDIA alla Comunità, accompagnandolo con lo stesso speciale simbolo da lui ricevuto che verrà posto nelle mani di ciascuno e a ciascuno dovrà ricordare il cuore misericordioso che dovrebbe coltivare con cura e far crescere durante  tutto questo Anno Santo.

La notte dell’Epifania si concluderà con un momento di festa per tutta la Comunità con …i doni dei Magi (datteri, frutta secca, fichi….) e per i bambini…arriveranno le befane con le loro fantastiche  dolci calze ( a cura del gruppo “Gioacchino e Anna)!!!

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi