Due giorni prima di essere eseguita in Vaticano e presentata a Papa Francesco, l’Opera Takayama Ukon – il Re Beato – o la spada o l’amore. Un’occasione imperdibile per ammirare un’opera orientale di grande impatto

Takayama Ukon

Domenica 30 luglio, alle 20.15, Villa Paradeisos ospiterà, per la prima volta in Italia, due giorni prima di essere eseguita in Vaticano e presentata a Papa Francesco, l’Opera Takayama Ukon – il Re Beato – o la spada o l’amore.

Villa Paradeisos è stata scelta dalla Società Opera di Tokyo perché la bellezza e unicità del suo parco e del suo giardino giapponese, un’opera d’arte secondo i canoni nipponici, sono ben noti al pubblico del Giappone, essendo stata filmata da numerose catene televisive nazionali, una delle quali ha girato anche un film sulla famiglia Cremante-Ueda.

Inoltre, dallo scorso anno, Villa Paradeisos si è data la missione di rappresentare un ponte tra le culture occidentali e orientali del mondo, aprendo le porte al pubblico; rappresentando e illustrando elementi topici delle civiltà orientali come la cerimonia del tè, le arti marziali, l’ikebana, il sushi, lo joga; avviando progetti specifici per le aziende che vogliono interagire e integrarsi nelle economie dell’Asia; rappresentando un attrattore, proprio a Varese che un secolo fa era meta primaria del turismo internazionale, per un pubblico e un turismo globale che sempre più selezionano le bellezze naturali, l’estetica e la civiltà del territorio, il sincretismo tra le culture.

Il protagonista dell’Opera, il Principe Takayama Ukon, rappresenta in se stesso questo incontro-scontro. Daimyo convertito al cristianesimo, ma di profonda educazione nell’etica dei samurai, il Bushido, cioè lo stile di vita e il codice di condotta giapponese che potremmo avvicinare al concetto europeo di cavalleria (o a quello romano del mos maiorum), Ukon è in profondo conflitto interiore, lotta come guerriero prima da una parte e poi dall’altra, e alla fine viene illuminato da una verità ancora oggi attualissima: la spada produce morte, il conflitto annienta e non crea, il messaggio vero è l’armonia e la pace. Armonia, concetto orientale; pace, concetto occidentale.

In allegato.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi