Opera monumentale in 2 tomi, frutto di anni di ricerca e di studio: un contributo per far conoscere a un pubblico più vasto la ricchezza della storia e della spiritualità della Chiesa etiopica

Storia-Chiesa-Etiopia

Martedì 8 maggio alle 18, al Museo dei beni culturali dei Cappuccini di via Kramer 5, sarà presentata la monumentale opera di Alberto Elli, la «Storia della Chiesa ortodossa tawahedo d’Etiopia», un libro che ricostruisce in più di duemila pagine la storia di una delle più grandi comunità ortodosse orientali. Dialogherà con l’autore il professor Mauro Forno dell’Università di Torino.
L’Etiopia, uno degli Stati più antichi al mondo, è l’unico dell’Africa subsahariana senza una significativa storia coloniale e nel quale la religione cristiana sia riuscita a conservarsi indipendente dal dominio musulmano. La sua Chiesa è la prima che si instaura e diffonde il messaggio di Cristo in una terra dell’Africa nera. Non solo, essa non è il risultato dell’opera missionaria europea, ma nasce e fiorisce ben prima di tante cristianità “occidentali”.
Pur essendo una delle maggiori tra le Chiese ortodosse orientali, la Chiesa etiopica è ben poco conosciuta in Italia.
E non si tratta soltanto della storia della Chiesa, ma anche della storia dell’Etiopia, come Stato e come civiltà, visto il legame inscindibile che, fino a pochi decenni fa, ha sempre unito Chiesa e Stato in quel remoto angolo del Corno d’Africa, sì da fare del cristianesimo l’anima del popolo e il motore della sua storia.
Alberto Elli è un ingegnere nucleare. Pur lavorando per i più importanti centri di ricerca italiani, ha continuato a coltivare, da autodidatta, interessi classici, in particolare nel campo delle lingue semitiche. Conoscitore delle lingue dell’antico Egitto, ha esteso le sue conoscenze ad accadico, sumerico, ebraico, siriaco, ge’ez (etiopico classico), arabo, armeno. Agli interessi linguistici ha sempre unito gli studi storici, che lo hanno portato a interessarsi a fondo delle cristianità orientali. Tiene corsi di geroglifico, ieratico, ebraico, accadico e copto.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi